• Tempo di Lettura:1Minuto

A distanza di pochi giorni è arrivata la risposta del Cremlino alle dichiarazioni del segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, il quale ha invitato la nazioni appartenenti all’Alleanza Atlantica di rimuovere il divieto a Kiev di usare le armi per colpire gli obiettivi in Russia. Nelle scorse ore Mosca è tornata a paventare lo spettro della terza guerra mondiale e della minaccia atomica, . Dai suoi account social, infatti, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, Dmitrij Medvedev, ha risposto al numero uno della Nato, di seguito le sue dichiarazioni riportate da Rai News: “Colpire i nostri obiettivi da parte degli americani significa iniziare una guerra mondiale, e un ministro degli Esteri, anche di un Paese come la Polonia, dovrebbe capirlo”.

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ospite della trasmissione “In mezz’ora”, su Raitre ha così commentato le parole di Stoltenberg, di seguito le dichiarazioni della Premier riportate da Rai News: “Non so perché lo dica, consiglio maggiore prudenza. Sono d’accordo sul fatto che la Nato deve mantenere la sua fermezza. Sono molte le dichiarazioni discutibili. Ricordo Macron. Io consiglio maggiore prudenza. È importante che la Nato continui a mantenere il sostegno all’Ucraina per raggiungere la pace”.