Napoli: prima era l’allerta meteo. Attenti a piogge e temporali. Ora si è passati a quella per caldo e smog. Il partito Fratelli d’Italia non ci sta. A margine della firma dell’ordinanza di ieri, gli esponenti del partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia,  Alfredo Catapano, Enzo Schiavo, Roberto Della Ragione e il rappresentante della Destra sociale, Rosario Lopa.

L’accusa

“Ancora una volta la Giunta DEMA dimostra il fallimento del suo progetto politico e amministrativo per la città. Basato, a dire dell’effimero occupante di San Giacomo sin dall’inizio della sua consiliatura, sull’ambiente e i trasporti. Ma dopo il mancato raggiungimento del 70% della raccolta differenziata, come promesso ormai 10 anni fa, si evidenzia anche il fallimento delle politiche ambientali. Che hanno portato alla scellerata ordinanza sindacale, che di fatto porta alla chiusura totale della mobilità cittadina per i giorni che vanno dal 25 al 27 giugno”.

La circolazione a Napoli

“Cosi da mettere sempre più in risalto l’inutilità delle varie ZTL Istituite sul territorio. E l’inadeguatezza del trasporto pubblico cittadino che costringe i napoletani a muoversi con i propri mezzi. Che con la chiusura interminabile della Galleria Vittoria e l’apertura dei tanti cantieri, da anni sospesi, provocano innumerevoli ingorghi in prossimità di Santa Lucia. E di tutte le arterie urbane del centro città. Inoltre, si vuole sottolineare, che la sospensione della circolazione con gli orari stabiliti non farà altro che arrecare ulteriori danni al commercio cittadino. Già provato da lunghi mesi di sofferenza, senza  favorirà l’ abbassamento dell’inquinamento ambientale. In quanto, come dimostrano le immagini delle ultime settimane, gli ingorghi maggiori si sviluppano la sera con la famosa movida”.

Seguici anche su http://www.persemprecalcio.it