• Tempo di Lettura:1Minuto

Parte da fb la denuncia contro un ospedale, o meglio, un reparto in cui pazienti “no vax” sarebbero stati legati ai letti e derisi dal personale. L’episodio, che viene riportato dal Gazzettino, sarebbe avvenuto nell’ospedale di Feltre, in provincia di Belluno. Come si legge, il post è di una donna che riporta la testimonianza di un’amica: “I pazienti venivano derisi, scherniti. Chiedevano aiuto o semplicemente acqua con la febbre alta. Le infermiere ridevano: se si fossero vaccinati non si sarebbero ammalati. Loro non avevano tempo da perdere”.

In sostanza, sempre secondo la testimonianza, i pazienti con meno di due dosi o non vaccinati sarebbero stati considerati dal personale sanitario come “no vax” e per questo motivo legati ai letti. Viene raccontata anche la storia di una paziente che “legata al letto è riuscita a sciogliersi una mano e arrivare a filmare con il suo cellulare le compagne di stanza legate”.
Dai social, la notizia è diventata virale in poco tempo, è stata informata anche l’azienda sanitaria del Veneto che prende le distanze, in attesa di avviare iniziative, eventualmente contro i responsabili e allo scopo di autotutelarsi. (Foto da fb)