• Tempo di Lettura:3Minuti

Oggi veneriamo le Sante Perpetua e Felicita, martiri. La commemorazione è ricordata dalla Chiesa il 7 marzo. Due gloriose eroine cristiane che a causa della fede subirono un atroce martirio. Perpetua nacque nel secondo secolo a Cartagine, morì il 7 marzo del 203 a Cartagine. Felicità nacque nel secondo secolo a Cartagine, morì il 7 marzo del 203 a Cartagine.

Perpetua nel 203, giovane sposa ventiduenne e madre di un bambino ancora lattante, fu arrestata con altri quattro compagni dal proconsole Minucio Firminiano, perché cristiana. Rinchiusa in una orrida prigione dovette sostenere le più dure lotte contro il padre prima, contro le bestie feroci poi, fino a che le fu troncato il capo con la spada. Il padre mise in opera tutto il suo amore per indurre la figlia a rinnegare la fede ed esser così liberata. Perpetua racconto le lotte con il padre:

” Se è vero ch’io t’abbia educata fino a questa età e che tu abbia avuto il primo luogo nell’amor mio innanzi ai tuoi fratelli, deh, non fare che per te io sia svergognato. Getta uno sguardo sui tuoi fratelli, sulla madre, sul tuo figlioletto che non potrà vivere senza di te. Deponi ormai questa tua durezza che sarebbe l’eccidio di tutti noi, perchè nessuno di noi oserà mostrarsi in pubblico se tu sarai condannata come donna rea. Dicendo queste cose egli mi baciava le mani; poi mi si gettava ai piedi e mi chiamava non più figlia, ma signora “.

Oggi veneriamo le Sante Perpetua e Felicita

Perpetua non ascoltò mai il genitore , e il Signore in premio di questa sua fortezza la consolò con sublimi visioni. In carcere si trovava anche Felicita, giovane sposa anche lei prossima a divenire madre. Essendo legge romana che le donne gravide non fossero condannate prima del parto, Felicita con insistenti orazioni ottenne da Dio di poter partorire prima della data prefissa per il martirio. Perpetua e Felicita furono condotte nell’anfiteatro, dove erano attesa da un furioso toro che le dilaniò. Il popolo ebbe pietà di loro, e chiese che fossero finite con la spada, così fu fatto. Il martirio delle due Sante si scolpì nelle menti dei Cristiani, che ogni anno celebrarono con solennità la fausta data. I nomi delle due sante sono stati inseriti nel canone della S. Messa.

In pratica:

Nelle prove della vita, il Crocifisso e l’orazione siano il nostro conforto.

Patrone di:
Silius

Protettrici dì
Donne in gravidanza, madri

Preghiera:

Deh! Signore Dio nostro, fa che veneriamo con incessabile devozione il martirio delle tue sante Perpetua e Felicita e presentiamo loro sovente nostri umili omaggi.

Martirologio Romano:

A Cartagine il natale delle sante Perpetua e Felicita Martiri: di esse, Felicita, essendo gravida (come racconta sant’Agostino) e aspettandosi, secondo le leggi, che partorisse, nei dolori del parto si lamentava, ma gettata alle fiere era lieta. Con esse patirono il martirio anche Satiro, Saturnino, Revocato e Secondolo, l’ultimo dei quali morì in carcere, e tutti gli altri furono maltrattati da varie fiere, ed infine uccisi a colpi di spada sotto il Principe Severo. Ma la festa delle sante Perpetua e Felicita si celebra nel giorno precedente.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home