• Tempo di Lettura:2Minuti

Oggi veneriamo San Cataldo di Rachau. Il Vescovo è nato nel settimo secolo a Rachau in Irlanda, è morto l’8 marzo del 685 a Taranto. La commemorazione è ricordata dalla Chiesa il 10 maggio.

Cataldo Vescovo irlandese venerato a Taranto dove si trova la sua tomba in una ricchissima e bella cappella del Duomo, detta il “Capellone” . Sarebbe approdato a Lecce sul lido adriatico da allora a lui intitolata. Il Santo fu allievo e maestro nel celebre monastero di Lismore fondato da San Cartago. Giunse all’episcopato in modo insolito, con la morte del Duca dei Desii che lo aveva accusato di stregoneria a causa dei suoi miracoli. Nell’anno 666 si sarebbe imbarcato per un viaggio in Terra Santa, a causa di un naufragio approdò a Taranto dove i cittadini lo vollero come Vescovo.

Della santità di Cataldo fecero fede numerosi miracoli che diffusero prima in Puglia poi in tutta Italia la devozione per il Vescovo irlandese al cui nome furono intitolate cappelle, chiese, località e paesi. Oltre alla fama e al nome del Vescovo si diffusero proverbi, il più celebre quello del 10 maggio: “Quando è il giorno di San Cataldo, passa il freddo.

Oggi veneriamo San Cataldo

Patrono dì:

Regione Basilicata:

Brienza

Regione Calabria:

Cirò Marina

Regione Campania:

Massa Lubrense, Roccaromana

Regione Lazio:

Montenero Sabino

Regione Lombardia:

Motta Baluffi

Regione Puglia:

Taranto, Corato, Cagnano Varano

Regione Sicilia:

Fiche

Marttirologio Romano:

Presso Taranto San Cataldo Vescovo illustre per i miracoli.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home