• Tempo di Lettura:3Minuti

Oggi veneriamo San Francesco di Sales. Il vescovo è nato nel 1567 a Thorens, Savoia, è morto il 28 dicembre del 1622 a Lione, Francia. La commemorazione è ricordata dalla Chiesa il 24 gennaio.

Nacque nel castello di Sales, diocesi di Ginevra, da Francesco, conte di Sales, e da Francesca di Sionas. Fin da giovane mostrò una spiccata inclinazione verso il bene. Studiò ad Annecy poi a Parigi, filosofia e teologia presso i gesuiti. Frequentò solo la chiesa già al tempo di Parigi si diede alla castità. Da Parigi andò a Padova per studiare legge, dove fu esposto a grandi pericoli, che sventò grazie alla forte volontà e all’aiuto di Dio in cui sempre confidava.

Fatto Sacerdote, il Vescovo di Ginevra lo delegò a combattere l’eresia di Calvino, che infestava tutto il Chiablese, ebbe molto da faticare, ma grazie allo0 zelo e alla pietà, ebbe la meglio sui calvinisti si dice ne abbia convertiti 72.000. Morto il vescovo di Ginevra Mons. Granier, Francesco fu il successore. Nel 1610 fondò l’ordine delle Suore della Visitazione, che era coadiuvato dalla S. Madre di Chantal. Quando capì che la salute a causa della vecchiaia veniva a mancare chiese aiuto per la gestione della diocesi. Salì per l’ultima volta sul pulpito la vigilia di natale del 1622, il giorno dopo si mise a letto, era malato di apoplessia progressiva, chiese i sacramenti, si spense il 28 dicembre.

Oggi veneriamo San Francesco di Sales

Divenne celebre per la dolcezza e i libri che scrisse. In pratica: Possiede la carità in grado più perfetto chi procura di condurre a Dio più anime che può, essendo lo zelo della salvezza delle anime il sacrificio più accetto che possiamo fare a Dio (S. Agostino).

Patrono dì:
Piemonte, Inverso Pinasca, Champdepraz

Protettore dì:

Autori, giornalisti, scrittori, sordomuti, stampa cattolica

Preghiera:

O Signore, che per la salvezza delle anime, hai voluto che il tuo beato confessore e vescovo Francesco si facesse tutto a tutti, concedi, propizio, che noi ripieni della dolcezza della sua carità, diretti dai suoi insegnamenti e sostenuti dai suoi meriti, conseguiamo i gaudii eterni.

Martirologio Romano:

San Francésco di Sales, Vescovo di Ginévra, Confessore e Dottore della Chiesa, speciale Patrono presso Dio di tutti gli Scrittori cattolici, che con la pubblicazione di giornali ed altri scritti illustrano, promuovono e difendono la sapienza cristiana; il quale se ne andò in cielo il ventotto Dicembre, ma si venera principalmente in questo giorno per la traslazione del suo corpo.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home