• Tempo di Lettura:1Minuto

Oggi veneriamo San Virgilio. L’abate del monastero di Aghaboe è nato nell’ottavo secolo. La commemorazione è ricordata dalla Chiesa il ventisette novembre.

Il nome Virgilio è la trasposizione latina di Fergal, il nome del santo nella lingua celtica irlandese diventata cristiana grazie alla predicazione di san Patrizio. Lasciò l’Irlanda per trasferirsi in Gallia alla corte di Pipino il Breve che lo inviò a evangelizzare la Baviera. Nominato da Sant’Odilone abate dell’abbazia di S. Pietro a Salisburgo a succedere al vescovo Giovanni nel governo della diocesi, benché fose stato consacrato solo da dodici anni.

A Virgilio si deve la prima organizzazione della diocesi di Salisburgo, per la quale provvide a costruire la prima cattedrale, inaugurata nel 774. Dopo quasi quarant’anni di episcopato, si spense il 27 novembre 784, per i miracoli verificatisi dopo il ritrovamento dei suoi resti, fu dichiarato Santo da Gregorio IX nel 1233.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home