• Tempo di Lettura:2Minuti

Emmanuel Macron ha espresso la convinzione che la Russia e Vladimir Putin abbiano come obiettivo le Olimpiadi del 2024 a Parigi. Il presidente francese non ha dubbi sul fatto che la Russia intenda attaccare i Giochi, in particolare attraverso mezzi informatici. Per questo motivo, Macron ha sottolineato l’importanza di essere resilienti, durante l’inaugurazione del Centro Acquatico Olimpico di Saint-Denis.

Secondo Macron, Mosca alimenta costantemente l’idea che Parigi dovrà affrontare limiti e rischi nell’ospitare le Olimpiadi. In risposta, Macron ha sottolineato la necessità di perseverare, evidenziando che la forza delle democrazie e delle grandi nazioni risiede nella loro resilienza, fiducia e impegno per la verità. Macron ha anche elogiato lo sforzo collettivo nella preparazione dell’evento, riconoscendo l’enorme lavoro svolto dai funzionari eletti che lo circondano.

Oggi il Presidente Emmanuel Macron ha presenziato all’inaugurazione del Centro Acquatico Olimpico di Saint-Denis, situato alla periferia di Parigi e che ospiterà le gare di nuoto sincronizzato, tuffi e pallanuoto. Secondo il Palazzo dell’Eliseo, questa “impresa architettonica ed ecologica” dimostra come le Olimpiadi possano giovare al paese. Il dipartimento di Seine-Saint-Denis, il più povero della Francia, trarrà grandi benefici dalla nuova struttura per le Olimpiadi di Parigi 2024. È un luogo in cui, secondo le autorità francesi, la metà degli studenti di 11-12 anni non sa nuotare. Per questo motivo il presidente francese è sicuro che la Russia abbia messo gli occhi sulle Olimpiadi del 2024.

Macron e l’invio di soldati in Ucraina, una decisione pericolosa per l’Europa

A febbraio, Emmanuel Macron non ha escluso l’invio di soldati in Ucraina, facendo arrabbiare Mosca e provocando dissensi tra i partner europei. In merito alla guerra in Ucraina contro la Russia, martedì 27 febbraio il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato: “Al momento non c’è consenso sull’invio ufficiale di truppe di terra, ma nulla è fuori discussione! Faremo tutto il necessario per garantire che la Russia non possa vincere questa guerra”, ha continuato, “la sua sconfitta è essenziale per la sicurezza e la stabilità dell’Europa”.

Le truppe della NATO ci porteranno un passo più vicino a una terza guerra mondiale su larga scala”. Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, come altri leader europei, ha preso le distanze dalle parole di Macron: “Non le condivido e sono convinta che dobbiamo stare attenti al tono che usiamo”.

Segui Per Sempre News anche sui social!