• Tempo di Lettura:1Minuto

Lo scenario iniziale che ipotizzava un omicidio-suicidio nel caso della morte dei coniugi Pietro Delia, commercialista, e Laura Lupo, agente della polizia municipale, è stato recentemente messo in discussione. Le autopsie condotte hanno rivelato dettagli che sollevano interrogativi sulle circostanze della tragedia.

Le ferite sospette su Laura

In particolare, Laura Lupo è stata trovata con due ferite da arma da fuoco inflitte dalla sua pistola d’ordinanza: una al collo e l’altra alla testa. Questo solleva dubbi sulla teoria dell’omicidio-suicidio, poiché sarebbe difficile spiegare come la donna avrebbe potuto spararsi due volte, una prima volta al collo e poi alla testa, uccidendosi.

Le indagini proseguono per svelare il mistero

Gli investigatori, dunque, stanno continuando le loro indagini per cercare di comprendere appieno quanto accaduto. Nonostante l’appartamento dei coniugi fosse chiuso e non mostrasse segni di effrazione, la figlia, preoccupata per l’assenza dei genitori, ha chiamato i vigili del fuoco. Questo ha portato al tragico ritrovamento dei corpi.Il mistero attorno alla morte dei due coniugi si infittisce.

Segui Per Sempre News anche sui social!