• Tempo di Lettura:2Minuti

Nel comune siciliano di Palma di Montechiaro una donna di 50 anni è stata sfregiata al volto con dell’acido dal marito.

La vittima è stata trasportata all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, mentre l’uomo è stato ricoverato al centro Grandi Ustioni dell’ospedale “Cannizzaro” di Catania, presentando ustioni alle mani e al collo.

Il marito, Saro Giacchino Morgana, è stato arrestato e accusato di lesioni personali gravissime. Le versioni dei due coniugi sull’accaduto sono discordanti: la donna aveva già precedentemente denunciato il marito per maltrattamenti.

La vittima aveva già denunciato

La vittima aveva precedentemente denunciato il consorte per violenze domestiche ed avevano avviato per lei il codice rosso, allontanandosi dalla casa insieme alla figlia minorenne.

Dopo essere stata ospitata in una comunità protetta, la donna si era allontanata senza informare le autorità o gli operatori della struttura.

Tornata alla sua ex-abitazione per recuperare alcuni effetti personali, si sarebbe verificata una discussione con il marito, culminata con quest’ultimo che avrebbe gettato dell’acido contro di lei che si sarebbe difesa e parte dell’acido ha colpito l’uomo causandogli ustioni di terzo grado.

Le testimonianze dei coniugi sono discordanti

Le testimonianze della donna e dell’uomo differiscono radicalmente: quest’ultimo ha infatti affermato di essere stato lui la vittima dell’aggressione.

La donna, ricoverata all’ospedale di Agrigento, dovrebbe guarire in circa 20 giorni, secondo le previsioni dei medici, nonostante le ustioni riportate.