• Tempo di Lettura:3Minuti

NapoliJuventus rimane sempre una sfida dal sapore speciale. Il blasone delle due squadre, nonchè la storica rivalità, fanno di questa partita una delle più attese in assoluto di una giornata di campionato che metterà in palio punti pesanti in ottica Champions. C’è grande attesa all’ombra del Vesuvio, dopo la pioggia di gol rifilata al Sassuolo, nel recupero infrasettimanale del 21° turno. Tifosi e addetti ai lavosi si interrogano se quanto visto al “Mapei Stadium” sia vera gloria piuttosto che il classico fuoco di paglia.

Troppe le delusioni arrivate finora nella stagione post scudetto. Per questo motivo, gli azzurri scenderanno in campo con rinnovate energie ed ambizioni. L’obiettivo dei Campioni d’Italia rimane quello di riavvicinarsi alle zone nobili della classifica. La Vecchia Signora, invece, sta attraversando una fase di evidente flessione. Una sensazione di regresione sul piano del gioco e nei risultati, che il successo in rimonta 3-2 contro il Frosinone non ha cancellato. I bianconeri, dunque, sono con le spalle al muro, e devono assolutamente tentare di restare nella scia dell’Inter schiacciasassi. In ogni caso, difendere il secondo posto dal possibile ritorno del Milan.

Qui Napoli

Calzona deve rinunciare agli infortunati Cajuste e Ngonge. Tuttavia, potrebbe riproporre Zielinski dall’inizio al posto di Traorè. Il polacco tornerà ad affiancare Lobotka e Anguissa in mediana. Così come Juan Jesus sembra candidato a riprendersi una maglia da titolare in difesa, composta anche da capitan Di Lorenzo e Rrahmani. Ancora da sciogliere il dubbio per la fascia mancina: sussite ancora il tradizionale ballottaggio tra Mario RuiOlivera. Con il portoghese apparentemente favorito. In attacco, confermato il tridente Politano, Kvaratskhelia e Osimhen.

Probabile formazione

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia. Allenatore: Calzona.

Qui Juventus

Allegri recupera Chiesa e Danilo. Ma rimane il dubbio nel terzetto di difesa davanti a Szczesny. A completare il reparto con Gatti e Bremer, infatti, potrebbe esserci Rugani: il centrale azzurro sembra in vantaggio sul brasiliano, reduce dalla botta alla caviglia rimediata contro il Verona.

Dalla retroguardia al centrocampo, aumentano i nodi da dirimere per il Conte Max. Mediana tutta da inventare, dopo gli infortuni di Rabiot e McKennie. Per colmare le assenze, il tecnico dei bianconeri vaglia diverse soluzioni. Se Cambiaso viene impiegato da mezzala, Weah scala al suo posto in fascia e Kostic sul versante opposto. Altrimenti, Cambiaso laterale destro a tutta fascia, e Kostic sul versante opposto. Così si va verso una mediana inedita formata da Locatelli, supportato da Alcaraz e Miretti ai lati. In attacco, di fianco a Vlahovic dovrebbe rivedersi Yildiz, in vantaggio su Chiesa.

Probabile formazione

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; Cambiaso, Alcaraz, Locatelli, Miretti, Kostic; Vlahovic, Yildiz. Allenatore: Allegri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

RESTA AGGIORNATO SUL NAPOLI: