• Tempo di Lettura:2Minuti

La lunga stagione 2021 della Fondazione Ravello si chiuderà all’Auditorium Oscar Niemeyer con l’inedito Concerto di Santo Stefano (domenica 26 dicembre, ore 18.30) che vedrà il debutto a Ravello di Lisette Oropesa /nella foto JasonHoma-LisetteOropesa) uno dei più importanti soprani di oggi, acclamata sui palcoscenici dei più grandi teatri del mondo, dal Metropolitan al Covent Garden, dall’Opera di Parigi a quella di Vienna,  reduce dal successo al Teatro alla Scala dove, dopo aver cantato nello spettacolo di inaugurazione della stagione 2020-21 e dove si appresta a tornare per i Capuleti e Montecchi, ha interpretato Theodora, la protagonista dell’oratorio di Georg Friedrich Händel. “Inauguriamo quest’anno – ha detto il presidente Dino Falconio – una tradizione che diventerà un appuntamento fisso della programmazione invernale che farà il paio con il Concerto all’alba dell’11 di agosto“.

Nell’ottica di collaborazione della Fondazione con le migliori espressioni musicali della Regione, il direttore artistico Alessio Vlad, ha voluto la partecipazione della Nuova Orchestra Scarlatti che sarà diretta per l’occasione dalla bacchetta esperta di Fabrizio Maria Carminati. Il programma raffinato e popolare scelto per l’arrivederci al 2021 non abbandona l’idea ispiratrice degli eventi invernali e cioè il rapporto tra musica e parola. In scaletta infatti alcune delle arie più famose di Rossini e Puccini, Gounod, Verdi e Meyerbeer.

I biglietti sono in vendita su: www.ravellofestival.com e www.etes.it. Boxoffice:tel. 089 858422 – boxoffice@ravellofestival.com È obbligatorio esibire il Green Pass o certificazione equipollente all’ingresso.