Volano stoccate. Da Renzi a Conte e indietro come un frisbee dall’ex premier al leader di Italia Viva. Stavolta la querelle riguarda la questione scuola, in particolare quella sui tanto chiacchierati banchi a rotelle. A rianimare la polemica negli scorsi giorni è stato Matteo Renzi durante la presentazione del suo libro “Controcorrente” a Parma.

Renzi vs Conte

Così il leader di Italia viva lancia l’ennesima provocazione a Conte. “Conte chi? Io conosco il Conte allenatore che vince, l’altro ha fatto solo i banchi a rotelle e i ventilatori cinesi di D’Alema”. La replica di Conte stesso: “Renzi ha una grande efficacia comunicativa ma la politica non si fa con le battute… Ridurre tutte le misure che abbiamo fatto a monopattini e banchi a rotelle lo appaia a Salvini e Meloni, che hanno fatto, durante la massima difficoltà del Paese, una gazzarra mediatica indegna”.

La denuncia

La questione resta più che mai aperta. E cioè il destino degli investimenti sui banchi a rotelle che molte scuole hanno ricevuto e accantonato, o dedicato a laboratori. In ogni caso, sono pochi i casi in cui sono diventati stabilmente la soluzione, durante il Covid. Uno spreco annunciato secondo Renzi, che tuona su Facebook: “Centodiecimila banchi a rotelle comprati dal precedente Governo e poi non utilizzati perché non in regola con le normative antincendio. Che vergogna! Qualcuno pagherà per questo scandalo? Perché gli altri partiti non vogliono la commissione di inchiesta sugli acquisti Covid? Intanto – prosegue – noi siamo sempre più orgogliosi di aver mandato a casa Conte e Arcuri. Con Draghi e Figliuolo abbiamo detto basta anche allo scandalo dei banchi a rotelle”.

Seguici anche su http://www.persemprecalcio.it