• Tempo di Lettura:2Minuti

https://www.camminodisanfrancescocaracciolo.com/

Rocchetta e Croce in festa nel nome di San Francesco Caracciolo, la nuova tappa di “Alla scoperta dei luoghi del Cammino” del protettore dei cuochi, è andata in scena domenica 5 maggio.

Alla scoperta dei luoghi del ‘Cammino’ di San Francesco Caracciolo”. Nell’àmbito della manifestazione dedicata al santo protettore dei cuochi, domenica 5 maggio il comune casertano ha ospitato varie attività che si sonointrecciate con il Festival di Primavera. Nel cuore del monte Maggiore, che si è svolto nel ‎borgo più alto, a 857 m di altitudine.

Alle 9:30, dalla frazione Croce, con la celebrazione della via Crucis, accompagnata dalla banda musicale, lungo l’antico sentiero mulattiero che raggiunge l’eremo di San Salvatore, dove è stata celebrata la Santa Messa. Gli escursionisti hanno poi proseguito verso la vetta più alta del monte Caprario a 1.100 metri. In località ‎Croce è stato allestito un punto di ristoro a disposizione dei partecipanti.

Rocchetta

Autonomamente si è anche potuto visitare l’antico borgo ‎di origine contadina, un vero e proprio monastero-fortezza dotato di sistemi di difesa ‎per proteggere la comunità monastica e i suoi beni dagli assalti duranti tempi difficili.

Alla scoperta dei luoghi del ‘Cammino’ di San Francesco Caracciolo è una manifestazione che mette in rete le eccellenze e le tradizioni di sei comuni del Casertano, tra religiosità e beni culturali, agroalimentari e paesaggistici, mirando a un segmento di turismo “lento”. Prossime tappe a Mignano Monte Lungo (18 maggio), Teano (18 e 19 maggio) e Pietravairano (in data da definirsi).

L’intervento è cofinanziato dal POC Campania 2014-2020. Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura. Programma unitario di percorsi turistici di tipo culturale, naturalistico ed enogastronomico di portata nazionale e internazionale.

rocchetta
rocchetta