• Tempo di Lettura:1Minuto

Nella regione meridionale russa di Rostov, sei membri dell’ISIS hanno preso in ostaggio alcuni agenti di custodia in una struttura detentiva. Dopo brevi negoziati per il rilascio degli ostaggi, la polizia ha ucciso i terroristi. Tra i rapitori c’erano estremisti che avrebbero dovuto affrontare un processo per l’accusa di “terrorismo”. I video circolati su Telegram mostrano un estremista con il caratteristico turbante dello Stato Islamico e altri sequestratori armati di coltelli. Fortunatamente, gli ostaggi sono stati liberati illesi.
Un gruppo di sei detenuti ha chiesto alla polizia dfornire loro un veicolo per uscire dalla struttura di custodia cautelare, offrendo in cambio il rilascio degli ostaggi. Secondo le fonti russe, tre di loro pianificavano di far esplodere la Corte Suprema nella regione Karačaj-Circassia. L’area attorno alla struttura di detenzione è stata isolata e messa in sicurezza.
La Russia è stata bersaglio di numerosi attacchi rivendicati dal gruppo jihadista, l’ultimo dei quali il 22 marzo, quando uomini armati hanno aperto il fuoco in un teatro di Mosca, uccidendo almeno 144 persone e ferendone centinaia.