• Tempo di Lettura:2Minuti

Una maxi operazione contro il traffico di migranti è in corso dalle prime ore di questa mattina grazie alla Guardia di Finanza di Salerno che, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, è scesa in campo contro un’organizzazione criminale dedita al traffico di migranti, al riciclaggio di denaro e all’emissione di fatture false.

Le zone coinvolte sono le province di Salerno, Napoli, Caserta, Potenza, Matera, Cosenza, Sassari, L’Aquila e Pesaro-Urbino, in cui è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare, in carcere e domiciliare ma anche di divieto di esercizio dall’attività professionale emessa dal GIP del Tribunale di Salerno nei confronti di 47 persone indagate per associazione a delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina.

Le indagini della Guardia di Finanza di Salerno

L’operazione, che ha visto coinvolti oltre 200 militari tra baschi verdi e carabinieri, ha portato all’arresto di 47 persone e al fermo di altri 7 indagati.

Le indagini hanno permesso di svelare un complesso sistema criminoso che sfruttava il meccanismo del “click day” legato al Decreto Flussi per far entrare illegalmente migranti in Italia: secondo gli inquirenti, infatti, gli indagati creavano società fittizie e presentavano false domande di lavoro per i migranti, ottenendo così per loro i permessi di soggiorno. Successivamente, gli stessi migranti venivano impiegati in nero in aziende conniventi con l’obiettivo di riciclare denaro proveniente da attività illecite.