Amadeus non ci sta a escludere Irama da Sanremo e prova a trovare un’alternativa. Ma cosa è accaduto in parole spicciole? Ieri un collaboratore del 25enne cantante di Carrara è risultato positivo al tampone rapido. Subito l’intero staff, compreso Irama, hanno eseguito quello molecolare. Il cantante è risultato negativo, ma in totale sono 2 i membri della sua troup che sono infetti da Covid.

A questo punto il regolamento prevede che il cantante in questione, ieri sostituito in gara da Noemi, si autoescluda dal 71° Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Questo perché per chi è stato a contatto con dei contagiati è prevista una quarantena di 10 giorni (14 per la variante inglese).

Il conduttore siciliano però cerca di trovare una via di mezzo per far gareggiare il talentuoso cantante toscano. Queste le parole di Amadeus: “Non mi piaceva che un ragazzo venisse escluso a causa del Covid di un collaboratore. Anche perché questo potrebbe accadere ad altri, magari a un cantante che venerdì è in testa alla classifica e sabato potrebbe essere costretto a ritirarsi. Perciò chiederò a tutti gli altri cantanti se sono d’accordo nel tenere in gara Irama, mandando il video della sua prova generale”.

Una soluzione che a molti non potrebbe piacere, ma per il bene della musica, questo ed altro. “Questo permetterebbe a lui e agli eventuali altri di non essere esclusi. Non cambierebbe nulla perché non c’era pubblico nella prova generale e non c’è nella gara. Pronta e positiva la risposta del vicedirettore di RaiUno Claudio Fasulo: “Al termine della conferenza stampa con lo staff organizzativo di Raiuno invieremo una comunicazione alle case discografiche per avere un semaforo verde a questa idea che permetterebbe di tutelare il lavoro delle case discografiche e di tutti. Voglio sbilanciarmi: contiamo sull’adesione di tutti”.

FONTE: Italpress

Ti consigliamo questo – Gelmini: “Non è stata trovata alternativa alle fasce, unica sarebbe il lockdown”

Segui anche PerSempreCalcio.it