• Tempo di Lettura:3Minuti

Netflix non si limita a riportare Squid Game per una seconda stagione, ma anche il controverso reality show che ha fatto parlare di sé. In una recente intervista, i produttori esecutivi John Hay e Stephen Yemoh hanno colto l’occasione per parlare della prossima stagione. Affrontando anche le polemiche che hanno circondato la prima stagione. I fan di Squid Game si chiedono se il reality show tornerà prima del ritorno della serie principale o viceversa.

Squid Game

Il produttore esecutivo John Hay ha parlato del recente reality show e di come il progetto sia sempre stato “gravato da aspettative”:

“Se ti viene fatto un regalo come questo, la possibilità di adattare una IP così speciale e di successo, se non hai quei momenti di dubbio a un certo punto nel corso di ogni giornata lavorativa, probabilmente non ti stai spingendo abbastanza in là. La cosa positiva è che di solito la seconda stagione è quella su cui gravano le aspettative – in questo show, la prima stagione era gravata da aspettative, quindi non è una novità per noi”.

Le polemiche di Squid Game The Challenge

Hay ha colto l’occasione per affrontare le polemiche sulle riprese della prima stagione:

“È stata una ripresa grande e complicata e quel giorno faceva freddo, ma la salute e la sicurezza dei partecipanti sono assolutamente fondamentali per noi. In parte, ci siamo presi il tempo necessario per valutare in modo assolutamente scrupoloso ogni decisione che abbiamo preso, e sono felice di averlo fatto. Sono state prese tutte le misure adeguate e corrette e tutti sono stati seguiti nel modo giusto”.

Squid Game: The Challenge. Cr. Pete Dadds/Netflix © 2023

Squid Game: Il finale della sfida si conclude con un cliffhanger della seconda stagione ed il produttore esecutivo Stephen Yemoh ha scherzato sul fatto che la coppia è felice di non essere disoccupata grazie all’imminente seconda stagione:

“È incoraggiante sapere che non perderemo il lavoro. La cosa più importante è che non volevamo che qualcuno dicesse che abbiamo rovinato Squid Game. Si tratta di un brand talmente amato che i nervi sono ancora più tesi perché non si vuole rovinarlo. C’erano molte aspettative su questa serie per vari motivi, e quindi si vuole fare ciò che è giusto per i fan, e quindi finché la serie non viene vista e si iniziano a vedere i commenti e a ricevere i messaggi dei propri amici e persone del genere, si inizia a pensare: ‘Ok, penso che possiamo lavorare di nuovo'”.