Il 23 maggio ricorre il 29° anniversario della strage di Capaci, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta.
Grazie all’iniziativa #PalermoChiamaItalia sono numerosi gli appuntamenti in programma in occasione della Giornata della Legalità per ricordare tutte le vittime della mafia.
Tra i momenti più significativi in programma la deposizione di corone di alloro sulla lapide alla Questura e la solenne cerimonia istituzionale alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella dall’aula bunker di Palermo.

#PALERMOCHIAMAITALIA

#PalermoChiamaItalia è una iniziativa promossa dal 2002, anno del decennale della strage di Capaci, dal Ministero dell’Istruzione e dalla Fondazione Falcone. Il suo obiettivo è promuovere attività didattiche e approfondimenti nelle scuole sul tema della legalità, per una cittadinanza attiva, responsabile e consapevole.

MARIA FALCONE INVITA A ESPORRE UN LENZUOLO BIANCO

Di queste iniziative parla Maria Falcone, sorella di Giovanni Falcone e Presidente dell’omonima Fondazione: “Abbiamo creato un movimento di legalità in tutte le scuole italiane, portato avanti dagli insegnanti. Sono riusciti a trasformare una giornata di dolore in una giornata di speranza. Abbiamo raggiunto i ragazzi attraverso la bellezza dell’arte. Abbiamo fatto progetti d’arte a Palermo, attraverso degli artisti. Domani verranno realizzati dei murales: uno con Giovanni e Paolo, vicino all’aula bunker. E un altro dedicato a don Puglisi”. Il suo desiderio è che l’anno prossimo, accanto ai murales, i ragazzi possano gridare la loro lotta alla mafia. Intanto chiede a tutti di esporre un lenzuolo bianco dai balconi come simbolo dell’impegno contro le mafie.

STRAGE DI CAPACI: PALINSESTO RAI DEDICATO ALL’ANNIVERSARIO

L’iniziativa è realizzata in partnership con la Rai che offrirà un palinsesto dedicato: approfondimenti, documentari, film sulle diverse reti televisive.
Falcone e Borsellino non si sono mai lasciati intimidire dalle minacce. Onorarli significa affidare alle nuove generazioni un esempio di legalità – ha detto il Presidente della Rai Marcello Foa. La mafia si combatte con la cultura, l’informazione, il senso civico e l’educazione. Mai verrà meno l’impegno della Rai nella lotta alla criminalità e alle mafie“.