Caffè al bar? Spostamento su bus, navi, treni? Da oggi si potrà accedere solo col Super Green pass in bar, ristoranti, alberghi, piscine, nonché su bus, treni, aerei e navi. Disagi in vista per i trasporti: Trenitalia ha comunicato la cancellazione di 180 treni regionali a partire da oggi, per un totale di 550 corse, a causa della diffusione dei contagi Omicron.



Il “lockdown” per i non vaccinati

Il certificato verde rafforzato sarà obbligatorio ovunque, tranne che nei negozi e per i servizi essenziali. Parte dunque la stretta sui non vaccinati, decisa con l’ultimo decreto: sarà obbligatorio il Super Green pass per salire su treni, bus, metro e tutti gli altri mezzi di trasporto, mangiare nei locali all’aperto, oltre che in quelli al chiuso, come già previsto, per entrare in alberghi, andare a fiere, impianti sci e tanti altri luoghi di socialità e svago. I tempi per la somministrazione del booster diventano più brevi: sarà possibile riceverlo già dopo 4 mesi, anziché 5. Ma non si tratta di tempi obbligatori.



I controlli



Sono iniziati da stamattina all’alba a Roma i controlli sul super Green Pass da oggi allargato ad una platea più ampia di attività. Agenti della polizia locale, a quanto si apprende, hanno avviato le verifiche ai capolinea dei bus come pure nei bar e per ora non registrano alcuna criticità. In campo anche il personale Atac che insieme ai vigili controlla biglietti, pass rafforzato e uso della mascherina Ffp2. La prima sanzione della giornata è stata elevata alla stazione Termini ad un ragazzo che usciva dalla metro sprovvisto di Ffp2. Nella Capitale per le verifiche sul pass rafforzato oggi si prevede siano impiegati circa mille uomini tra polizia, carabinieri, Guardia di finanza e polizia locale.


I voli nazionali



Da oggi cambiano le procedure per tutti i passeggeri che si sposteranno in aereo con voli nazionali. Scatterà, infatti, l’obbligo del “Green Pass rafforzato” (che si ottiene solo a seguito di vaccinazione o guarigione, o di certificati equivalenti così come stabilito dal DL dello scorso 30 dicembre). Ad eccezione dei minori di età inferiore ai 12 anni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica. Con un documento pubblicato sul proprio sito ufficiale, la società di gestione Aeroporti di Roma informa i viaggiatori sulle nuove procedure per partenze e arrivi, che resteranno in vigore da oggi fino alla cessazione dello stato di emergenza. L’obbligo del Super Green Pass – viene ricordato – non si applica ai servizi di trasporto aereo internazionale. In base alla normativa in vigore, le compagnie aeree sono incaricate di effettuare il controllo del Green Pass per l’accesso ai propri servizi di trasporto.

Gli ingressi in Italia

Si ricorda inoltre che dallo scorso 16 dicembre sino al 31 gennaio 2022, gli ingressi nel territorio nazionale sono disciplinati dall’Ordinanza del Ministero della Salute 14 dicembre 2021. I relativi controlli sono eseguiti dalle compagnie aeree prima dell’imbarco sull’aereo. Nello scalo romano, peraltro, dove è alta la vigilanza, con diversi filtri anche nei punti di accesso ai terminal, per il Green pass, ai passeggeri si ricorda, a più riprese, tramite gli altoparlanti ed ai check-in, da parte degli addetti delle compagnie aeree che devono far rispettare la misura, l’obbligo di indossare le mascherine di tipo FFP2 a bordo degli aeromobili, così come stabilito dalle ultime disposizioni previste dal Ministero della Salute.

Seguici anche su http://www.persemprecalcio.it