I Los Angeles Lakers hanno cominciato male se non malissimo la loro nuova stagione. Il team formato dal nuovo trio Westbrook-James-Davis ha perso quattro partite su quattro e sono già al centro delle critiche dei media. In particolare il nuovo arrivato Russell Westbrook, è forse uno dei peggiori in questo inizio giallo-viola. Questa notte nella sconfitta con i Phoenix Suns, ha messo a segno 8 punti, 2 rimbalzi e 5 assist, con ben 9 palle perse e 1/7 da due. Ovviamente il neo arrivato dei Lakers è stato subito bombardato dai giornali e media, proprio perchè il suo arrivo è stato criticato molto, tenendo a mente le sue ultime stagioni. Nonostante Westbrook sia un giocatore che crede molto nei propri mezzi, nelle ultime stagioni ha una palese difficoltà al tiro e le sue percentuali sono calate notevolmente, per non parlare delle palle perse.

Westbrook e Vogel tranquillizzano i tifosi

Ecco le parole di Russell Westbrook riguardo la sua prestazione:

“Stiamo ancora cercando il ritmo di gioco, ma è la seconda partita di prestagione [per me]. Abbiamo tempo, la stagione non è nemmeno iniziata e questi risultati non contano nulla. Non c’è alcun bisogno di fasciarsi la testa ora per ciò che si è visto in campo. Le palle perse sono colpa mia ma è una questione semplice da aggiustare perché dipende dal tempismo che si acquisisce giocando assieme. Quanto ci vorrà? Non ho la risposta, ma sarà un percorso da fare. Personalmente non ho mai disputato una buona preseason ed è per questo che non me ne preoccupo troppo.”

Si aggiunge anche Coach Vogel per calmare gli animi in casa Lakers:

Dobbiamo fare meglio, non abbiamo giocato bene. Ci sarà un periodo di naturale adattamento con così tanti nuovi arrivati da integrare e lo sappiamo. Ci auguriamo non sia necessario troppo tempo per trovare l’amalgama giusto. Le tante palle perse sono figlie di questo, non sono preoccupato.”