• Tempo di Lettura:2Minuti

“Salvaguardare l’agricoltura territoriale a favore della tipicità del prodotto è segnale di speranza e coraggio contro la crisi per il rilancio del comparto economico”. Così Rosario Lopa, portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo, già delegato al settore Agricoltura della Provincia di Napoli. E componente del Dipartimento Nazionale Agricoltura Agroalimentare Ambiente Acqua Biodiversità Pesca Risorsa Mare Ristorazione Servizi MNS. Inoltre già per diversi anni presidente del Comitato per la Promozione Valorizzazione e Tutela della Pizza Napoletana, delegato per l’Agroalimentare della Provincia di Napoli, durante l’incontro tenutosi presso il mercato della Coldiretti di Fuorigrotta a Napoli.

Risorsa economica

“L’agricoltura è per la nostra Nazione e per la Campania in particolare – sostiene Lopa – un’importante risorsa economica. E’ resa ancora più grande dalla varietà di prodotti di eccellente qualità garantita soprattutto dalle coltivazioni e dagli allevamenti biologici. Il patrimonio agro-alimentare del nostro territorio vanta una vasta gamma di prodotti e sapori strettamente legati alla nostra terra di provenienza, con caratteristiche organolettiche uniche e spesso inimitabili. Tutto ciò è frutto di una particolare commistione di clima, tecniche, varietà e sapori. Salvaguardare l’agricoltura territoriale e la sua produzione per mantenere la biodiversità è una scelta che coinvolge il produttore e il consumatore attento”.

Valorizzazione

“Queste pratiche – continua Lopa – hanno permesso alle aziende campane, di ottenere prodotti di grande qualità, valorizzando le tipicità locali che offrono sapori unici e rappresentano un incredibile patrimonio della tradizione e della storia di ogni territorio”.

Il prodotto biologico

“Il prodotto biologico – conclude Lopa – permette di conservare questo patrimonio alimentare, tutelando l’unicità e la particolarità. Sono proprio quel sapore e quella qualità tipiche di una zona ristretta a identificare un certo alimento, e proprio perché viene realizzato con metodi tradizionali e non industriali! Grazie anche alla vocazione generazionali delle famiglie agricole. Sicuramente il progetto portato avanti dalla Azienda Di Rubbo e di tutte quelle che hanno scelto di promuovere le eccellenze della nostra terra, attraverso il sistema dei mercati a km 0, rappresentano sicuramente forme di tutela dei prodotti locali. E ovviamente la salvaguardia delle varietà storiche, consentendo sia la conservazione delle risorse che del paesaggio, e valorizzano il know-how locale. Dando pertanto impulso all’economia locale per sconfiggere la crisi pandemica da covid-19”.

Seguici su http://www.persemprenapoli.it