• Tempo di Lettura:2Minuti

“A Napoli i miracoli li hanno fatti Maradona e San Gennaro, in questo caso ho deciso di scomodare e disegnare il secondo”. Così ha commentato Marco Gaucho Filippi, il vignettista che ha presentato #facciapride. L’opera rappresenta un San Gennaro stilizzato con una Mitra di color arcobaleno e l’hashtag #Facciapride.

Di seguito le parole di Filippi:
“Il clima che si respira nel nostro Paese è pessimo, sia dal punto di vista politico che da quello sociale. Viviamo l’Italia del 2024 ma sembra di calpestare il suolo e respirare l’aria del ventennio sbagliato, quello del secolo scorso. Questo governo reazionario sta facendo di tutto per discriminare e ghettizzare la comunità LGBTQIA+ e le sue istanze. La lotta terrena per la rivendicazione dei diritti continua ad andare avanti ma, viste l’ipocrisia e la mediocrità di questa classe politica, sarebbe utile un miracolo. E questo miracolo può farlo solo #Facciapride, la versione arcobaleno di Faccia gialla, l’unico in grado di sciogliere i grumi di ignoranza, di paura, di odio e di violenza rappresi nell’ampolla della comunità arcobaleno e capace di far scorrere, libere e sciolte, tutte le forme d’amore possibili”.
   
La 17esima edizione del Napoli Pride è programmata per sabato 29 giugno. Diventato ormai uno degli eventi più coinvolgenti e più gioiosi dell’anno per la città di Napoli, il Pride continua a rinnovare il proprio impegno nella lotta dei diritti civili e sociali per la comunità LGBTQIA+. Il Comitato organizzatore del Napoli Pride 2024 è costituito da: Coordinamento Campania Rainbow (CCR), Antinoo Arcigay Napoli (che festeggia il 40esimo della fondazione), ALFI Le Maree, Associazione Trans Napoli (ATN) e Pride Vesuvio Rainbow (PVR).

Il Napoli Pride è realizzato in co-organizzazione con il Comune di Napoli, con il supporto di Famiglie Arcobaleno, AGEDO, Pochos Napoli e da diversi anni riceve il riconoscimento del patrocinio morale della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli e di diversi Consolati, come quello francese e statunitense. È sostenuto, patrocinato, sponsorizzato da tutti quei soggetti e quelle realtà, pubbliche o private, che aderiscono pienamente a questa piattaforma politica e programmatica.

La parata conclusiva sarà preceduta da una settimana di iniziative e di eventi per la seconda edizione napoletana del Pride Park: il “villaggio dei diritti”, uno spazio aperto in città per incontri, confronti, convegni, dibattiti, mostre, spettacoli sui temi che trovano piena cittadinanza nel Napoli Pride.

Segui Per Sempre News anche sui social!