La presunzione è sinonimo di ignoranza. “Cogito ergo sum” Io penso quindi sono.  Con questa formula Cartesio esprime la certezza indubitabile che l’essere umano ha di sé stesso in quanto soggetto pensante Ma considerando i tempi moderni e quello che certi uomini pensanti sono stati capaci di arrivare a fare o non fare in quanto soggetti pensanti, ed alcuni di essi forse davvero solo pensanti e non realizzatori del loro pensiero, sarebbe il caso forse di rispondere con un’altra frase cartesiana e cioè “dubito ergo sum”.

Quest’ultima non costituisce assolutamente una provocazione ma solo il rovesciamento del celebre “Cogito” (io penso) e quindi lo strumento razionale per giudicare il valore della conoscenza empirica. Il dubbio rappresenta infatti l’unico modo per poter arrivare ad una certezza, anche perché in molti casi, esso nasce dall’esperienza dell’errore. Bertrand Russell, un filosofo del Regno Unito, nato e vissuto a cavallo tra il 1880 ed il 19900, a tal proposito affermava: “Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi”.  

Un altro grande compianto scrittore e filosofo Luciano De Crescenzo, nel suo libro “Il dubbio” affermava: “Solo gli imbecilli non hanno dubbi; Ne sei sicuro? “Non ho alcun dubbio” Attraverso questi concetti filosofici del dubbio, rapportati all’esperienza della via quotidiana, possiamo sicuramente di contro affermare che correggere un sapiente lo rende ancor più sapiente mentre correggere un ignorante lo renderà ancor più ostile. Infatti chi è presuntuoso nutre un’eccessiva sicurezza e fiducia in sé stesso al punto tale di privarsi di qualsiasi riscontro delle proprie capacità.

Di solito questi si attribuisce qualità e doti di cui non è in possesso in ragione di una radicale mancanza di umiltà. Per questo motivo sfocia nella presunzione e dunque superbo e vittima inconscia del peggiore dei vizi morali e cioè la superbia. Egli dà per scontato di avere sempre ragione a priori e gli altri se lo contraddicono, sempre torto. Ma attenzione direbbe Vox populi a queste persone “pecchè ‘a raggiona è d’è fesse.  Meditate gente, meditate.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it