A luci spente ormai sulle elezioni comunali ecco uno squarcio nel panorama politico napoletano aperto con “violenza” dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca (nella foto con il neo sindaco Gaetano Manfredi) non proprio amico del Pd e dei 5S. “A Napoli qualche esponente del Pd (Marco Sarracino, ndr) è ancora abituato a dire idiozie. Dice che Napoli è la città più a sinistra d’Italia… Ma a Napoli il Pd ha preso il 12,2%. Con il 9% ai 5 Stelle siamo al 22-23%. Questo è: la sinistra qui è il 22%”. Poi, il governatore spiega: “Per arrivare al 60% manca qualcosa: un fronte moderato e civico che rappresenta la gran parte del voto sul candidato sindaco risultato vincente. È stata scelta la linea della Regione: partire dalla coalizione delle ultime regionali aggiungendo i 5 Stelle”. Che dire? La battaglia non è del tutto finita.