• Tempo di Lettura:2Minuti

È accaduto nella serata di ieri in piazza Italia, nel quartiere Fuorigrotta a Napoli. Raggiunta da un proiettile alla coscia una donna di circa 50 anni. Secondo quanto si apprende la donna è stata inizialmente soccorsa con una cintura utilizzata come laccio emostatico, prima di essere trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo. Fortunatamente, non sarebbe in pericolo di vita.

Le indagini della polizia

Sul caso indaga la polizia. Effettuati i primi rilievi, si cerca di capire se la donna fosse effettivamente l’obiettivo del raid oppure se si trattasse di un passante. Sequestrato un casco, forse perso dall’autore del raid, nel parco giochi al momento della sparatoria erano presenti alcuni bambini che giocavano, tutti rimasti illesi.

Il prefetto di Napoli, Michele di Bari, ha convocato d’urgenza una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dopo il ferimento di una donna avvenuto in un’area verde nel quartiere di Fuorigrotta. Dalla prefettura si fa sapere che “si tratta di un episodio gravissimo, sul quale la polizia di Stato, che procede, e la magistratura stanno profondendo il massimo sforzo investigativo per l’individuazione dei responsabili. Intanto, sono state attivate tutte le misure di prevenzione“.

Nell’immediato le Forze dell’ordine hanno attivato prontamente serrate indagini e controlli accurati della zona e delle aree limitrofe, anche con il supporto dei sistemi tecnologici presenti in loco, al fine di individuare gli autori del gesto delittuoso. Nel contempo, sono stati intensificati i servizi straordinari di controllo del territorio al fine di prevenire e reprimere le commissioni di reati e di ogni forma di illegalità, nonchè le verifiche di polizia amministrativa, attraverso l’impiego di ulteriori risorse umane e tecnologiche.