• Tempo di Lettura:2Minuti

Dopo la rocambolesca vittoria contro il Frosinone, la Juventus si prepara a fare visita al Napoli nel posticipo del 27° turno di Serie A e il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, ha affrontato la sfida nella consueta conferenza stampa pre-partita.

La conferenza stampa di Allegri per Napoli-Juventus

“È una partita molto difficile. È insolito vedere il Napoli in questa posizione di classifica, considerando il suo valore tecnico. La squadra ha lavorato bene, le partite a Napoli non finiscono mai facilmente, quindi servirà una grande prestazione per ottenere un risultato positivo”.

Le condizioni di Chiesa e degli altri giocatori infortunati
“Chiesa ha fatto un giorno di allenamento differenziato, domani sarà a disposizione, così come Danilo che ha fatto solo un allenamento. Kean sarà disponibile per la prossima partita, anche McKennie farà un tentativo. Vedremo come Rabiot gestirà il suo piede. Anche Perin dovrebbe tornare la prossima settimana. Danilo a centrocampo? Abbiamo giocatori in quella zona, quindi eviteremo di rischiare giocatori che sono fuori da quindici giorni in questo momento”.

Si parla di una sua permanenza spalmando l’ingaggio in più anni
“Non abbiamo discusso del futuro con il club. Ho ancora un anno di contratto e abbiamo ancora degli obiettivi da raggiungere. Quando i dirigenti decideranno quale sarà il futuro della Juventus, me lo faranno sapere”.

Vuole commentare le parole di De Laurentiis?
“Non sappiamo ancora se parteciperemo alla Champions League perché dobbiamo raggiungere i 70 punti. Non sappiamo se parteciperemo alla Coppa del Mondo per Club perché dipende dai risultati degli altri.”

L’obiettivo è il secondo posto?
“Faremo tutto il possibile per arrivare secondi, perché sarebbe un grande risultato e miglioreremmo la nostra classifica rispetto all’anno scorso. Dobbiamo concentrarci sulla partita di domani contro il Napoli e poi su quella della prossima settimana contro l’Atalanta. Dobbiamo qualificarci per la Champions League per la crescita tecnica ed economica del club”.

Le condizioni di Djalò
“Sono contento del suo acquisto. Sta crescendo nonostante l’infortunio al crociato e dobbiamo essere pazienti”.