• Tempo di Lettura:2Minuti

Il leader di Libertà e sindaco di Taormina, Cateno De Luca, intervenuto a Rtl 102.5, ha toccato diverse tematiche ma, soprattutto, si è scagliato contro la Lega di Matteo Salvini per la questione del ponte sullo Stretto: “Non lo vogliamo, è il ponte degli affari. Siamo per il corridoio Berlino-Palermo, quindi l’alta velocità da Salerno a Villa San Giovanni, per la sostituzione della monorotaia dei Borboni in Sicilia, per il potenziamento dei porti di Gioia Tauro e di Augusta”. Poi De Luca si sofferma anche su un’altra diatriba con la Lega: “Abbiamo conciliato 19 simboli attraverso il denominatore comune di ‘Meno Europa, più Italia, più sovranità, più equità’. È lo stesso slogan della Lega? Infatti abbiamo fatto causa per plagio. Noi l’abbiamo lanciato il 2 marzo, Salvini dopo un mese. Che grande fantasia che ha la Lega..”.

De Luca: “Meloni? Se non rispetti le promesse della campagna sei incoerente”

De Luca si sofferma poi anche Su Giorgia Meloni: “Lei dice che questa Europa va cambiata radicalmente, ma intanto è quella che ci doveva togliere le accise e che doveva fare i blocchi navali. Io li considero dei ciarlatani  sotto il profilo politico. Se fai una campagna elettorale dicendo solo idiozie per prendere i voti degli italiani, sei una persona incoerente. Vale anche per questa campagna elettorale europea. Pensioni? Diciamo no alla legge Fornero. Per superarla basta che si prendano tutte le pensioni che sono oltre un certo importo mensile, si abbassano quelle e si aumentano quelle minime. Così si risistema il sistema pensionistico. Perché in Italia dobbiamo avere pensioni di 20mila euro al mese e altre di 500?”.