• Tempo di Lettura:2Minuti

Alessandra Todde, candidata della coalizione di centro-sinistra M5s, ha sconfitto, seppur di poco, l’avversario di centro-destra Paolo Truzzu ed è la nuova governatrice della Sardegna.
I due candidati delle coalizioni partitiche hanno staccato i due concorrenti “civici” Renato Soru e Lucia Chessa, e a determinare l’esito delle elezioni regionali è stato il distacco di circa 3 mila voti tra i due sfidanti.
La Todde, già deputata pentastellata, ha ricevuto il 45,3%, mentre Truzzu, già sindaco della città metropolitana di Cagliari ed esponente di Fratelli d’Italia, ha ottenuto il 45% dei suffragi.
Un traguardo storico per il Movimento 5 Stelle, dal momento che finora la forza politica guidata da Giuseppe Conte non era ancora riuscita ad esprimere un Presidente di regione pentastellato.
Giornata storica anche per la Sardegna visto che Alessandra Todde sarà la prima donna alla guida dell’isola.
Sull’importante affermazione elettorale esulta la segretaria del Partito Democratico Elly Schlein, come riportato da Tgcom24.
“Sì, cambia il vento, c’era chi non scommetteva neanche che arrivassimo fino a qui.
Sono molto emozionata perché, come dice Alessandra, quella che si profila, stiamo aspettando fiduciosi gli ultimi dati, è una vittoria dei sardi anzitutto”.
Il centro-destra, dunque, perde una delle regioni dove governava, ma il presidente di Forza Italia Antonio Tajani, come riportato da Il Giornale, predica calma: “Non cambia nulla né nella maggioranza né nel governo. Siamo tutti calmissimi, nessuno è nervoso. Siamo serafici“.
Alle 11:00 è prevista una conferenza stampa del neo Presidente della Sardegna Alessandra Todde.