• Tempo di Lettura:2Minuti

di Antonio Napoletano

Migranti, caccia agli scafisti. Intanto nelle ultime ore altri 150 sbarchi tra Sicilia e Puglia. In attesa che parta in concreto la caccia agli scafisti, “in tutto il mondo”, come dichiarato ieri a Cutro dal presidente del Consglio dei Ministri Giorgia Meloni, proseguono gli sbarchi di migranti sulle coste italiane. In mattinata si sono registrati circa 150 arrivi, tra Lampedusa, ormai al collasso con 2mila arrivi, e Brindisi (105 con Emergency). Meloni durante il Cdm straordinario svoltosi nella cittadina calabrese, ha ribadito che “il Governo non si è voltato da un’altra parte, invece, affrontando in Europa il drammatico fenomeno, con l’impegno di fissare regole di intervento unitarie”.

Non è stato un pomeriggio facile per la premier e i ministri accolti al loro arrivo da manifestanti che hanno effettuato un lancio di peluche verso le auto blindate. Ci sono stati anche applausi ma il clima vissuto non è stato dei più sereni. Intanto, il presidente del Consiglio ha invitato i familiari delle vittime a Palazzo Chigi. Iniziativa tesa a creare un rapporto di collaborazione ma anche di distensione con chi ha subito tragiche perdite nella cosiddetta Strage dei migranti. Ancora sul fronte della lotta agli scafisti si parla di ipotesi di reato di strage, e di una condanna a 30 anni di reclusione per chi traffica in vite umane.