• Tempo di Lettura:3Minuti

Anps raduno Pontedera. Domenica 26 giugno si terrà l’evento che vede coinvolte le associazioni della polizia italiane. Tra tutte Caserta e Napoli.

Anps raduno Pontedera. Fervono i preparativi per il raduno della associazione Polizia di Stato di domenica a Pontedera, nel pisano.

Città di origine neolitiche Il nome della città deriva chiaramente dal ponte sull’Era. Questo ponte nel Medioevo è rimasto per molti secoli l’unico ad attraversare il fiume ed era quasi un passaggio obbligato per i viandanti tra Pisa a Firenze. Il nome ufficiale in latino è appunto Pons Herae ma su talune carte e mappe rinascimentali della Toscana si trova anche la variante Pons ad Heram da cui Ponte a Era -da ciò deriverebbe il termine “pontaderese”-. Il nome divenne poi Ponte d’Era ed infine Pontedera.

Ancora oggi viene usato il termine “pontaderese”.

I cittadini vengono tradizionalmente divisi in due categorie: i pontederesi e i pontaderesi; quella che a una prima occhiata può sembrare una differenza solo dialettica in realtà non lo è. Vengono detti pontederesi coloro che risiedono a Pontedera, ma non ne sono originari; al contrario sono definiti pontaderesi i cittadini nati e vissuti a Pontedera.

Anche in latino esistono due termini per indicare gli abitanti di Pontedera: Heraepontici oppure Heraepontani.

Ed in questo suggestivo borgo medievale sfileranno i Labari di tutte le Associazioni Polizia di Stato italiane.

Tra queste L’Anps Napoli con lo storico Presidente commissario rds cavalier Luigi Gallo ed il suo vice ispettore capo Giovanni Gallo, con 16 uomini e l’Anps Caserta con il pregiato commissario rds cavalier Girolamo Vendemia, al suo  seguito più di 10 uomini.

L’Anps Napoli soggiornerà a Volterra, piccolo borgo noto per i vicoli e le leggende popolari che lo caratterizzano, tanto che fu ivi ambientato uno dei film della sierie americana Twilight sui vampiri.

Tra le altre bellezze vi è anche il museo della tortura contenente tutti gli attrezzi dell’inquisizione e delle autorità civili per estorcere la verità.

“Sebbene una triste pagina l’Inquisizione ha anche dato il via all’attuale Processo Penale” afferma il commissario Gallo “e poi non dimentichiamo che tali strumenti sono da monito per le generazioni future. In più, proprio qui, nel Granducato di Toscana, si ebbe nel ‘700 il Codice Leopoldino, il primo al mondo che abolì, forte delle idee di Beccaria, la tortura e la pena di morte”

Il commissario Vendemia, invece, visiterà Pisa, Montecatini Terme e Firenze, con una guida turistica lascerà l’impronta del suo magistero di giustizia in tali città, godendone la bellezza prima della grande sfilata di domenica. Giova ricordare che l’Anps Caserta è anche la associazione ad aver più iscritti donne in Italia.



L’Associazione Nazionale della Polizia di Stato (ANPS), nata come Associazione del Corpo delle Guardie di PS, pende vita il 30 settembre del 1968. Nel 1970 è stata eretta come Ente Morale con Decreto n. 820. Ne fanno parte Poliziotti in quiescenza e in servizio, Soci simpatizzanti, onorari, benemeriti e sostenitori. Tra i Soci onorari vengono compresi gli ex Capi della Polizia, i Vice Capi, i Prefetti e i Questori in sede, le Medaglie d’Oro, e i Grandi Invalidi di guerra e per servizio, appartenenti all’Amministrazione della P.S..


Il Capo della Polizia in carica è il Presidente Onorario del Sodalizio. Uno degli obbiettivi principali della nostra Associazione è quello di custodire il patrimonio storico-culturale creato dai Soci “anziani” e trasmetterlo alle nuove generazioni, così da poter conservare intatte le tradizioni ed i valori della Polizia di Stato e mantenere sempre vivo il legame di reciproca solidarietà.