• Tempo di Lettura:1Minuto

Napoli si risveglia col “botto”. Sono state ben tre, infatti, le scosse di terremoto che hanno fatto tremare la terra nella zona dei Campi Flegrei. Avvertite, ovviamente, in maniera distinta dalla popolazione anche nei quartieri limitrofi di Fuorigrotta, Agnano, Soccavo, Pianura e Bagnoli. Al momento, in base alle prime verifiche, non sono stati segnalati danni.

Lo sciame sismico registrato dall’Osservatorio Vesuviano è cominciato alle 3.47, con una scossa di  magnitudo 3.2, epicentro nel bordo orientale della Solfatara, a una profondità di 1,6 chilometri. La seconda, più forte, invece è stata avvertita alle 5.53, magnitudo 2.9 con epicentro nella zona di via Napoli e in via Antiniana ad Agnano, a una profondità di 1,4 chilometri. Infine la terza (di magnitudo 2), alle 5.57.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUI I SOCIAL E RESTA AGGIORNATO SULLE NEWS: