• Tempo di Lettura:2Minuti

L’Italia, dopo aver battuto l’Albania, affronterà domani a Gelsenkirchen la Spagna, match valido per la seconda giornata del Girone B di Euro2024. Entrambe le Nazionali sono a punteggio pieno, con gli spagnoli davanti grazie alla miglior differenza reti (3 gol realizzati e 0 subiti). Sarà una sfida molto importante per diversi fattori: il primo che la Spagna è un avversario tosto e rognoso, il secondo che già da domani si potrebbero esserci le carte in tavola per il passaggio del turno. Infatti con CroaziaAlbania che si affronteranno domani alle 18.00, potrebbero già esserci i segnali per l’approdo agli ottavi di finale se si farà bottino pieno. L’Italia ha sofferto in piccola parte l’Albania, ma ha saputo reagire al meglio al gol subito grazie alle individualità di Barella e di Bastoni (in gol) e Frattesi che ha centrato il palo. La Spagna invece ha colto tutte le lacune difensive della Croazia ed è andata a bersaglio 3 volte (Morata, Ruiz e Carvajal). Inoltre la rivalità tra Italia e Spagna è accesa, basti pensare alla finale di Euro2012 quando a Kiev le Furie Rosse vinsero con un sonoro 4-0.

A SkySport Luciano Spalletti ha presentato la sfida tra l’Italia e la Spagna, come ha riportato Il Corriere dello Sport: “Spagna? Voglio vedere un’Italia che ripeta la buona prestazione che ha fatto contro l’Albania nonostante davanti ci sia una delle più grandi scuole calcistiche del mondo. Loro sanno fare calcio offensivo, qualità, squadra corta e interpretano tutto benissimo. Bisognerà non avere pause e avere quella voglia matta di far vedere che anche la nostra è una scuola importante. Secondo me la chiave è giocare bene a calcio, tenendo di più la palla. Poi con la Spagna ci sarà qualche verticalizzazione in più perché loro non ti aspettano al limite dell’area. Il dilemma è sempre quello, bisogna verticalizzare per vincere. Se la squadra avversaria, come ha fatto l’Albania, sta al limite dell’area con la linea difensiva cosa verticalizzi? La Spagna te la fa addosso la partita, vanno a pressare sempre anche il portiere, noi a volte lo concediamo”.