• Tempo di Lettura:2Minuti

Nonostante il complesso scenario, Audi prosegue a pieno ritmo la sua trasformazione in un fornitore di mobilità premium sostenibile e interconnessa. A causa della pandemia, nel primo semestre le consegne e le vendite sono diminuite in modo significativo. Grazie a un solido secondo semestre e a un ottimo quarto trimestre, i ricavi dell’esercizio 2020 hanno raggiunto circa 50 miliardi di euro.

Il risultato operativo prima delle componenti straordinarie è stato pari a 2,7 miliardi di euro; il margine operativo prima delle componenti straordinarie si è attestato al 5,5%. Oltre alle sinergie all’interno del Gruppo Volkswagen, l’Audi Transformation Plan (ATP) e l’Audi.Zukunft hanno apportato contributi finanziari di rilievo. Il Gruppo Audi mantiene un solido flusso di cassa netto (4,6 miliardi di euro), trainato dalla rigorosa gestione dei costi e degli investimenti e dalle cessioni di azioni infragruppo per circa 1,5 miliardi di euro.

L’Azienda prosegue inoltre con convinzione il suo piano d’azione per l’elettromobilità: solo nel 2021, Audi raddoppierà il numero di modelli nella gamma e rafforzerà l’offensiva PHEV. Pur tenendo conto dell’andamento della pandemia e della fornitura di semiconduttori, Audi è cautamente ottimista per il 2021.

• Markus Duesmann, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Audi AG: “Grazie alle buone prestazioni del team, l’esercizio 2020 si è chiuso con successo”
• Ricavi per circa 50 miliardi di euro in un contesto di mercato particolarmente difficile
• Il risultato operativo prima delle componenti straordinarie a 2,7 miliardi di euro; il margine operativo prima delle componenti straordinarie si attesta al 5,5%
• Il contributo dell’Audi Transformation Plan (ATP) e dell’Audi.Zukunft
• È pari a 4,6 miliardi di euro l’elevato flusso di cassa netto generato nel 2020
• Mantenuto il focus sull’elettromobilità: nel 2021, per la prima volta, oltre la metà dei nuovi modelli introdotti sarà elettrificata
• Arno Antlitz, CFO Audi AG: “Audi vanta un solido posizionamento e ha margine per continuare a investire nei temi del futuro.”

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it