• Tempo di Lettura:3Minuti

“La voce dice molto, ti fa capire l’interlocutore con il quale hai a che fare”. Così Marco Montemagno, guru del web, commenta Clubhouse app. Ma cos’è questa innovazione tecnologico/social di cui tanto si sente parlare? Clubhouse è l’unica app del gruppo Alpha Exploration con cui il CO-Founder e CEO Paul Davison, con un passato da Product Manager di Pinterest, ha deciso di spaccare il mercato social.

Clubhouse è una creatura nata da un investimento di 12 milioni di venture capital (capitale di rischio). Il visionario che ha puntato forte sul prodotto porta il nome di Andreessen Horowitz, tra i primi finanziatori di Twitter, Coinbase, Airbnb, Groupon e Facebook. In meno di tre mesi, quell’investimento di 12 milioni di dollari era valutato 100, quasi dieci volte la somma iniziale.

Ti consigliamo questo – Sanremo senza pubblico: la Rai si arrende al Cts

Qual è la caratteristica di Clubhouse app? Perché ne sentiamo parlare così tanto? Innanzitutto il social è solo ed esclusivamente vocale. Niente foto, post, stories come i più conosciuti social network. Clubhouse si basa sui messaggi audio. Per intenderci è un contenitore di vocal, come quelli che si mandano su Whatsapp o Telegram. Altra caratteristica dell’app è l’esclusività. L’esperto di marketing online Montemagno ha definito come una giocata vincente questa scelta: a Clubhouse si può accedere solo tramite invito. Come? C’è bisogno che un utente già iscritto alla piattaforma dia il lasciapassare per prendere parte alle “stanze”.

Una volta avuto accesso alla stanza, questa avrà due figure dominanti: lo speaker, ovvero colui che ha avviato la conversazione, ed il moderatore, la persona che decide chi debba o meno parlare. Su Clubhouse si può parlare di tutto: dalla politica al calcio, dal gossip alla cronaca…purché si parli, potremmo dire. Esistono varie stanze e chiunque può aprirne una con minimo 2 persone.

Ti consigliamo questo – Il cast di Suburra nel nuovo videoclip di Piotta

Le tipologie sono 3:

  • Open: stanza aperta con accesso a tutti;
  • Social: stanza con accesso riservato ai follower;
  • Closed: la più esclusiva, dove lo speaker sceglie chi invitare.

Al momento l’app conta più di due milioni di iscritti, tra cui personalità come Jared Leto, Oprah Winfrey ed Elon Musk che hanno contribuito alla crescita del progetto di Alpha Exploration. Il CEO di Tesla e SpaceX agli onori della “cronaca social” per aver fatto il suo accesso il 31 gennaio ed aver aperto una stanza con un boom di ingressi (circa 5000, vicino al limite consentito), che ha fatto parlare il mondo intero.

Al momento l’app è disponibile solo su iOS, quindi solo per chi ha un dispositivo Apple. I fondatori di Clubhouse hanno dichiarato recentemente, però, di essere molto entusiasti del successo che sta riscuotendo il prodotto. Attualmente non c’è in lavorazione una versione Android che hanno assicurato arriverà nei prossimi mesi.

FONTE: AGI, Marco Montemagno on Youtube

Ti consigliamo questo – Cannabis light: +300% per JustMary, e intanto nasce Weedfly

Segui anche PerSempreCalcio.it