• Tempo di Lettura:2Minuti

E’ forse l’inizio di stagione più difficile della carriera di Bradley Beal da un punto di vista emotivo. Il numero 3 dei Washington Wizards si sta dimostrando al momento il miglior realizzatore della lega. Beal sta viaggiando con delle medie spaventose da 35.4 punti a partita e percentuali ottime al tiro. Questa notte Bradley Beal ha stabilito un altro record, più negativo che positivo. Washington ha perso l’ennesima partita contro i New Orleans Pelicans per 106-124. Top scorers per i Pelicans sicuramente Brandon Ingram e Zion Williamson, entrambi con 32 punti. Non sono bastati a Washington i ben 47 punti di Beal. Il record negativo di Beal sta nell’essere l‘unico giocatore ad aver perso 10 gare consecutive pur avendo segnato 40 o più punti. Tutto ciò fa comprendere molto. E’ evidente che un potenziale Mvp come Beal non è accompagnato dal supporting cast giusto.

Tutto lo stress di Bradley Beal

Oltre alle prestazioni magnifiche di Beal, è evidente anche il suo stress. Il giocatore è palesemente stanco di tutte queste sconfitte, anche molto pesanti, nonostante i suoi sforzi. Questa notte dopo la sconfitta il numero 3 ha espresso poche parole riguardo la sconfitta. Ecco cosa ha detto: “E’ davvero dura. Non voglio fare l’ingenuo. Noi vogliamo vincere, io voglio vincere. Sono consapevole che questo sia l’ambiente in cui posso vincere. Sembra una replica della precedente stagione. Come se fosse una piccola bolla al di fuori della bolla. Niente tifosi, mancanza di tempo per allenarsi, niente di niente. Si, dovrò migliorare nel gestire e nascondere le mie emozioni. Se sono lì seduto a ridere e scherzare, il mondo dei media si scatenerà, diranno che non prendo il gioco seriamente. Semplicemente odio perdere. E continuerò a mostrare facce insoddisfatte. Cerco di controllarle al meglio delle mie possibilità, ma a me non piace perdere“. Questo ultimo argomento è forse uno dei principali dei media americani. Ovvero tutta la frustrazione che Bradley mostra dopo ogni sconfitta. D’altronde, come biasimarlo? I giocatori sono esseri umani ed è normale che mostrino sconforto, rabbia o dispiacere dopo una sconfitta. Come devono operare i Wizards per far tornare il sorriso a Beal?