• Tempo di Lettura:2Minuti

Dopo la notizia dell’estromissione di Andretti dalla F1, da quella riguardante Hamilton in Ferrari e dall’addio di Sainz dalla scuderia di Maranello, è scoppiato il caos in casa Red Bull. Nelle ultime ore sono trapelate delle situazioni poco ideali per il team principal della Red Bull, Christian Horner. Il TM è stato accusato di comportamento inappropriato da una delle dipendenti del team e questo ha mandato su tutte le furie l’intera diligence della casa austriaca. Una vera e propria bomba mediatica si è abbattuta sulla Red Bull e su uno degli ingegneri più vincenti della storia della F1 moderna. Secondo quanto riportato dalla Bild, Horner avrebbe mandato delle

Al De Telefraaf, Horner ha rigettato le accuse, ma la Red Bull ha aperto un fascicolo su di lui per capire cosa è accaduto e valutare le conseguenze. Inoltre si vocifera che Jonathan Wheatley potrebbe prendere il posto di Horner se dovesse lasciare la squadra. Secondo altre fonti, il 9 febbraio nel Regno Unito ci sarà l’udienza per capire il tutto. La Red Bull ha mantenuto il massimo riservo e ha confermato che la sua nuova monoposto sarà svelata il 15 febbraio. “Dopo essere venuta a conoscenza delle recenti accuse, la società ha avviato un’indagine indipendente già in corso e condotta da un legale esterno specializzato. La Società prende queste questioni estremamente sul serio e l’indagine sarà completata non appena possibile. Sarebbe inappropriato commentare ulteriormente in questo momento”, ha scritto Red Bull come ha riportato Formulapassion.