Chi era Lyra McKee, promessa del giornalismo e attivista gay uccisa dalla “Nuova Ira” a Derry

LONDRA. Quattro anni fa, Lyra McKee mise tutti in guardia in un articolo: “La pace in Irlanda del Nord che stiamo vivendo è un’illusione, i nostri genitori ci hanno sempre detto che saremmo stati la prima generazione senza la guerra civile. Ma il fatto che non ci sia ufficialmente una guerra non vuole dire che l’ombra dell’assassino armato abbia smesso di aggirarsi tra noi”. Una terribile profezia, la sua. Lyra è stata uccisa la scorsa notte, a (London)Derry, a 29 anni, da un colpo di pistola partito da un dissidente repubblicano della “New Ira” nel quartiere ultra-repubblicano di Creggan durante alcuni scontri con la polizia, poco dietro quello di Bogside famigerato per la strage del Bloody Sunday del 1972. 
repLongread

In questo articolo si riporta quanto pubblicato dal sito http://www.repubblica.it/esteri sull'argomento indicato nel titolo.

Informativa sui contenuti pubblicati: Parte dei contenuti presenti su Per Sempre News provengono da Internet, essendo considerati di pubblico dominio, perciò qualora gli Autori fossero contrari alla loro pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione – redazione@persemprenews.it – che provvederà prontamente alla rimozione.
300 x 250 – Lombardi – Post sponsorizzato