• Tempo di Lettura:2Minuti

La regina Elisabetta II di Gran Bretagna trasferisce all’erede al trono, il principe Carlo di Galles, parte dei suoi doveri di capo di stato. Lo ha riportato oggi il Sunday Times  .

Il Sunday Times è giunto a tale conclusione dopo che sono state apportate modifiche significative all’elenco dei doveri ufficiali pubblicato da Buckingham Palace, per la prima volta in più di 10 anni. In precedenza, includeva un elenco di 13 punti che includeva la nomina formale di un primo ministro, la partecipazione all’apertura di nuove sessioni del parlamento, visite di stato e incontri con alti funzionari di altri stati in visita nel Regno Unito. Ora il documento contiene solo una formulazione generale, secondo la quale la regina ha “una serie di incarichi parlamentari e diplomatici”. 

A maggio, il principe Carlo, 73 anni, ha sostituito per la prima volta Elisabetta II all’apertura della sessione parlamentare, parlando a suo nome con un discorso al trono. La regina non ha partecipato a questa cerimonia per la prima volta in 59 anni. Quest’anno Sua Altezza era presente al posto della madre anche ad altri eventi che tradizionalmente richiedono la partecipazione del monarca e che erano nel programma di Elisabetta II.

La regina ha 96 anni e soffre di mal di schiena. Durante una recente udienza, la regina ha ammesso di avere difficoltà a camminare. Nell’ottobre dello scorso anno, Elisabetta II era stata ricoverata in ospedale e per la prima volta in otto anni aveva trascorso una giornata in ospedale, il tutto poi spiegato con la necessità di una visita medica. Successivamente, su insistenza dei medici, la regina ha iniziato a non effettuare più viaggi a lunga distanza, partecipa sempre meno a eventi pubblici e ed è apparsa in pubblico con un bastone. A febbraio, Sua Maestà ha anche subito una lieve forma di infezione da coronavirus.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it