• Tempo di Lettura:3Minuti

Ultimo Gp in questa straordinaria stagione di Formula1. Ad Abu Dhabi calerà il sipario su questo magico campionato di Formula1 e decreterà il nuovo campione del mondo. Max Verstappen, pilota della Red Bull, e Lewis Hamilton, pilota della Mercedes, hanno gli stessi punti e il vincitore sarà colui che sopravanzerà l’altro. Nelle Fp1 l’olandese ha ottenuto il miglior tempo e ha fermato il crono in 1’25’’009 davanti a Valtteri Bottas della Mercedes (+0.196). Lewis Hamilton è stato staccato di 346 decimi ed è stato davanti a Sergio Perez di 8 millesimi. Nelle retrovie le Ferrari: ottavo Charles Leclerc con 8 decimi di svantaggio sul leader, ma davanti a Carlos Sainz di 50 millesimi di secondo. “La tensione è sempre la stessa, è sempre altissima” ha dichiarato Carlo Vanzini durante le prove libere a Sky Sport F1. Il giornalista ha perfettamente ragione perché erano anni che un mondiale verrà deciso all’ultima gara con una sfida punto su punto. Una vera e propria battaglia psicologica tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Dopo 8 anni, un altro pilota non Mercedes sfiderà il 7 volte campione del mondo (ad interrompere l’egemonia dell’inglese è stato Nico Rosberg).

Foto ufficiale profilo Twitter Sky Sport F1

Le seconde prove libere del Gp di Abu Dhabi sono state più esaltanti e adatte per per strategie. Infatti tutti i piloti hanno provato il long run (soprattutto Verstappen), mentre le Ferrari e le Mercedes hanno testato le gomme gialle e rosse. Buon passo gara di Max Verstappen che rispetto al Gp di Arabia Saudita è molto più concentrato. La pressione è su di lui perché Lewis Hamilton è più abituato a questa sensazione avendo battuto i migliori piloti della sua generazione. Quindi l’inglese rispetto all’olandese è più tranquillo. Cosa che non lo è Bottas che è andato a toccare il muro con la posteriore. Fortunatamente nessun danno aereodinamico o al pilota, ma l’impatto è stato veramente brutto da vedere. A muro anche Latifi e sono state esposte le bandiere gialle per far capire ai piloti dell’errore del canadese. Hamilton ha concluso in prima posizione la Fp2 col tempo di 1’23″691 con 4 decimi di vantaggio su Ocon della Alpine e su Bottas. A 6 decimi Max Verstappen. Anche in queste seconde prove libere le Ferrari sono staccate: quasi un secondo di svantaggio per Leclerc e 1”200 decimi Sainz. A fine prove, Kimi Raikkonen è andato a muro rovinando la sua vettura. Da notare che tra le Fp1 e Fp2, Hamilton ha recuperato 7 decimi a Verstappen, ma l’olandese della Red Bull si è concentrato molto sul passo gara. Bellissimo l’omaggio di Antonio Giovinazzi nei confronti di Kimi Raikkonen: il pilota dell’Alfa Romeo ha omaggiato l’ex campione del mondo e suo compagno di squadra con una livrea particolare sul casco. Per il finlandese è l’ultima gara in questa sua seconda esperienza in Formula1 (ritiro nel 2009 e ritorno in Formula1 nel 2012).

Foto ufficiale profilo Twitter Giovinazzi