• Tempo di Lettura:2Minuti

Nella notte vi è stato il ritorno sul campo di Kevin Durant, dopo il riposo per il protocollo covid dell’Nba. Quello di Durant è stato anche un ritorno speciale. Lo ha fatto nel posto in cui è diventato per ben due volte campione Nba, la casa dei Golden State Warriors. Un ritorno con vittoria per KD grazie ai suoi 20 punti, 5 rimbalzi e 6 assist aggiunti ai 23 di Irving e i 19 e 16 assist di James Harden. Non bastano i soliti 27 punti ai Golden State Warriors di Stephen Curry per evitare la sconfitta di 134-117. Partita a senso unico sin dall’inizio, nonostante la continua grande quantità di punti subiti dai Nets. Questo difetto è comunque compensato dal loro grande attacco, forse il più forte della lega, anzi senza il forse. Qui il video degli Highlights del match https://www.youtube.com/watch?v=_hMzVnwedCQ.

Draymond Green elogia Kevin Durant

Nel postgame, il suo vecchio compagno di squadra, che tanto lo desiderò nella baia, ovvero Draymond Green, ha speso parole di elogio per KD: “

Durant? Nessuno al mondo può fermarlo. Dopo averlo visto giocare stasera, penso ancora che nessuno al mondo possa fermarlo. Per me è Brooklyn la reale squadra da battere ad Est. Come stiamo noi? Questa squadra ha un potenziale altissimo in difesa, il tempo trascorso ci aiuterà a far uscir fuori questa qualità che oggi, per diverse cose, non si è vista.”

A queste parole si aggiungono anche quelle di KD in persona, felice del ritorno nella baia:

Ho molto apprezzato il video che mi hanno dedicato. Ripenso ogni giorno a quei momenti. Cerco di pensare e analizzare ogni singolo momento che ho vissuto nella lega per provare sempre a migliorare. I miei anni qui con gli Warriors sono stati molto divertenti e un’ottima occasione per imparare, ho davvero imparato la pallacanestro qui. Ho imparato una filosofia del gioco diversa e che porterò con me per il resto della mia vita”