• Tempo di Lettura:2Minuti

La NATO si allarga. Tutti i già 31 membri hanno acconsentito all’ingresso della Svezia che aveva fatto richiesta formale per la sua adesione. Con questa diventano 32 gli stati appartenenti all’Alleanza Atlantica. Così la Svezia lascia la sua politica di neutralità che l’aveva contraddistinta fino ad oggi.

Per il suo ingresso ha dovuto superare la ritrosia di Turchia e Ungheria. In un primo momento c’era stata l’opposizione della Turchia perché la Svezia mostrava solidarietà con gli appartenenti ad alcune organizzazioni curde invise al governo di Ankara, tra cui il PKK (partito dei lavoratori del Kurdistan). Poi c’è stata anche la riluttanza dell’Ungheria perché, secondo Budapest, la Svezia aveva messo in dubbio lo stato della democrazia del paese.

La diplomazia ha fatto il suo lavoro ed ha appianato le divergenze, peraltro non troppo difficili da superare, tra questi paesi. Si sono stabiliti accordi e convenienze.  A seguito dell’invasione della Russia in Ucraina, Finlandia e Svezia avevano chiesto l’accesso alla NATO. Per la prima l’iter è stato brevissimo, pochi mesi fino ad aprile 2023, per la seconda si è dovuto aspettare un po’ di più.

La bandiera svedese verrà issata presso il quartier generale della NATO, sventolerà assieme a tutte le altre. La cerimonia è prevista a Bruxelles lunedì 11 marzo.

Con l’entrata della Finlandia prima ed ora della Svezia il fianco nord est della NATO si rafforza notevolmente. Inoltre il Mar Baltico diventa di fatto un Mare NATO. La Russia viene bagnata dal Mar baltico per la presenza della sua exclave di Kaliningrad e per il territorio di San Pietroburgo che è seconda città russa. Poca cosa rispetto alle coste dei paesi NATO. Kaliningrad è stretta tra Polonia e Lituania è nota per avere dato i natali a Kant e Hilbert, rispettivamente filosofo e matematico.

Dopo l’invasione russa in Ucraina, Kaliningrad è sotto osservazione NATO per la sua posizione geografica e per il pericolo che da quel piccolo pezzo di terra si possa innescare una escalation data la presenza sul suo suolo del nucleare russo e per la dislocazione di parte della flotta del nord di Mosca nel suo porto.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home

Segui Per Sempre News anche sui social!