• Tempo di Lettura:1Minuto

La Russia sarà costretta ad adottare misure di ritorsione di natura tecnico-militare per fermare le minacce alla sua sicurezza nazionale in risposta al possibile ingresso della Finlandia nella NATO. Lo afferma in una dichiarazione rilasciata oggi dal ministero degli Esteri russo.

” Helsinki dovrebbe essere consapevole della responsabilità e delle conseguenze di tale passo”, sottolinea la dichiarazione. ” l’adesione alla NATO causerà gravi danni alle relazioni bilaterali russo-finlandesi, mantenendo la stabilità e la sicurezza nella regione del Nord Europa. La Russia sarà costretta ad adottare misure di ritorsione, sia tecnico-militari che non, al fine di fermare le minacce alla sua sicurezza nazionale che sorgono a questo proposito”.

La Finlandia dovrebbe presentare domanda di adesione alla NATO il prima possibile, secondo una dichiarazione congiunta rilasciata giovedì dal presidente Sauli Niinistö e dal primo ministro Sanna Marin. La decisione formale dovrebbe essere presa domenica 15 maggio. Il ministero degli Esteri russo ha definito tali dichiarazioni una prova di un cambiamento radicale nella politica estera del paese.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it