• Tempo di Lettura:2Minuti

I Los Angeles Lakers escono imbattuti da questa preseason, con 4 vittorie su 4, vicendo anche stanotte contro i Phoenix Suns per 114-113 dopo essere stati sotto anche di 21 lunghezze. A chiuderla è stato l’inaspettato Quinn Cook, col suo canestro del sorpasso dopo i 35 punti dell’Mvp del match, Anthony Davis, e i 20 punti e 8 rimbalzi di LeBron James. Dopo la gara ci sono state anche le dichiarazioni di Davis: “Vogliamo confermarci la difesa dominante che siamo stati lo scorso anno, è un gruppo che mi piace, mi piace come i nuovi siano attenti alla difesa, anche coach Vogel è contento di dove siamo oggi. Direi che siamo una squadra diversa (rispetto allo scorso anno, ndr) ma comunque potenzialmente dominante in difesa. Marc (Gasol, ndr), Wesley Matthews, Harrell sono tutti grandi giocatori. Horton-Tucker? E’ un ragazzo di Chicago come me, ed è uno che si fa il mazzo, è stato grande“. Ci sono state le parole anche del coach Vogel, ecco cosa ha detto: Non abbiamo fatto shootaround o allenamenti durante questo soggiorno, dunque per noi è stato molto importante confrontarci nella stanza video e stare tutti insieme. Quello di cui parliamo nella stanza video è ciò che portiamo in campo.“Abbiamo detto ai nostri nuovi arrivati di cercare di fare la differenza e di portare sul campo quello che discutiamo nella stanza video senza troppe ripetizioni e allenamenti. E l’intero gruppo è stato molto bravo con questo. Non ho guardato i numeri totali della terza partita, ma sono molto impressionato dalla connessione in difesa circa i dettagli e le sfumature. È un fatto incoraggiante.”