• Tempo di Lettura:2Minuti

Si, avete capito bene. Il giocatore tanto ricercato dai Brooklyn Nets, LaMarcus Aldridge annuncia il ritiro. Nessuno si sarebbe mai aspettato una decisione del genere soprattutto in questo periodo. Il motivo di questa improvvisa decisione sarebbe un problema cardiaco che ha afflitto il giocatore nelle ultime partite. L’ex ala degli Spurs è stato tempestato sui social di bei messaggi. Chi gli augura pronta guarigione, chi triste per il suo ritiro, chi lo ricorda con le sue migliori giocate. Vi è poi anche Damian Lillard che chiede il ritiro del suo numero a Portland. LaMarcus Aldridge proprio ieri ha annunciato su Instagram la ragione del suo ritiro.

Le motivazioni di LaMarcus Aldridge

Ecco il post scritto da LaMarcus Aldridge dove annuncia le cause del suo improvviso ritiro:

Ho giocato la mia ultima partita mentre dovevo fare i conti con un battito cardiaco irregolare. Più tardi, quella notte, ho sentito un peggioramento del battito che mi ha preoccupato ancor di più. La mattina successiva, ho riferito cosa mi era successo alla squadra e mi hanno accompagnato subito in ospedale per un check out. È stata una delle notti più spaventose della mia vita, anche se adesso sto meglio. Detto questo, ho preso la difficile decisione di ritirarmi dalla NBA. Per 15 anni ho messo il basket al primo posto, ma ora è tempo di dare importanza alla mia famiglia e alla salute.

Sono grato al gioco della pallacanestro per ogni cosa che mi ha dato: i bei ricordi – inclusi gli alti e bassi – le amicizie strette e quelle che mi porterò sempre da qui in poi. Voglio ringraziare Portland per avermi scelto al Draft e per avermi dato una chance. La città di Portland sarà per me indimenticabile. I tifosi saranno per sempre nel mio cure. Voglio ringraziare gli Spurs per avermi permesso di entrare nella loro famiglia e per avermi regalato 5 anni divertenti. Ultimo ma non ultimo, voglio ringraziare Brooklyn. Mi hanno cercato e voluto. Mi dispiace che non sia durata troppo l’avventura insieme, ma mi sono divertito nell’essere parte di questo gruppo speciale.

Non si sa mai quando arriva la fine di qualcosa, quindi fate in modo di godervi ogni giorno. E io posso dire di averlo fatto.”