• Tempo di Lettura:2Minuti

Non è certo una novità che Carlos Alcaraz sia il tennista più discusso degli ultimi mesi: in molti vedono in lui il futuro di questo sport. Mentre salgono le aspettative sul 19enne di Murcia, gli appassionati paragonano il suo esordio nel circuito professionistico a quello dei più grandi campioni di sempre.

Alcaraz è stato decretato come il legittimo erede di Rafael Nadal, nonostante il suo gioco faccia pensare a quello di un esordiente Roger Federer. E’ proprio al campione svizzero che lo spagnolo ha detto di ispirarsi.

Paragoni a parte, tutti fremono per vederlo giocare nel prossimo Roland Garros, il secondo Major stagionale, nel cui tabellone è stato sorteggiato nello stesso lato (parte alta) dei mostri sacri Nadal e Djokovic. Qui il n. 6 del ranking ATP potrebbe fare le scarpe a coloro che bramano il primo Slam francese. Si tratta di Stefanos Tsitsipas (che ha perso in finale lo scorso contro Djokovic) e Alexander Zverev (che Carlos potrebbe affrontare ai quarti). Possiamo ben dirlo, considerando che il 19enne ha già sconfitto il greco all’Open di Barcellona e il tedesco proprio nella finale del ‘mille’ di Madrid.

Non stupisce, dunque, che gli organizzatori della Laver Cup abbiano invitato Alcaraz a far parte del team ‘Europa’ nel match contro il team ‘Resto del mondo’, che si terrà il prossimo settembre nella O2 Arena di Londra.

Potrà pertanto affiancare i campioni già presenti nella squadra capitanata da Bjorn Borg, ossia Roger Federer (che tornerà per la prima volta dopo Wimbledon 2021) e Rafael Nadal. Con l’aggiunta del giovanissimo spagnolo, la quinta edizione del torneo a squadre garantirà al pubblico uno spettacolo imperdibile. Senza contare che il team Europa potrebbe così vincere per la quinta volta consecutiva, avendo sconfitto la squadra avversaria nel 2017, 2018, 2019 e 2021.

“Il capitano Borg vorrebbe averlo in squadra, come del resto anche noi.”. Queste le parole del presidente della Laver Cup, Tony Godsick.

“So bene che in merito sono emerse alcune polemiche. Ma sono ottimista sulla sua possibile entrata i squadra. Sarebbe un colpo incredibile per la competizione, non solo per quest’anno ma anche per il futuro. Cercheremo di fare il possibile affinché Carlos entri nel Team Europa”.