• Tempo di Lettura:2Minuti

Dopo le due gare in terra araba, la Formula 1 è tornata nei circuiti storici, come quello di Albert Park in Australia. Sono passati ben due anni dall’ultima gara in Oceania e in quell’occasione ha vinto Bottas con la Mercedes. A fine Q1 Latifi e Stroll hanno avuto un incidente senza particolari conseguenze per i piloti. Il corridore della Williams è andato a picchiare con le barriere, mentre quello dell’Aston Martin ha rotto l’anteriore. Un incidente abbastanza anomalo dato che in teoria tali situazioni avvengono solo in gara e mai in prove ufficiali. Miglior tempo per Verstappen davanti a Perez davanti alle due Ferrari di Leclerc e Sainz. Solo ottava e nona posizione per la Mercedes con Hamilton davanti a Russell. Eliminati Latifi, Stroll, Vettel, Magnussen e Albon.

Foto Twitter account Formula 1

La Q2 delle prove ufficiali del Gp d’Australia hanno visto un testa a testa tra Ferrari e Red Bull. Perez ha segnato il miglior tempo davanti a Sainz e Leclerc e solo quarto Verstappen. In netta ripresa invece le McLaren che hanno ritrovato maggiore competitività riducendo i distacchi che adesso sono al di sotto del secondo, mentre Alonso con la Alpine è sempre dietro le Ferrari e le Red Bull. Il pilota spagnolo sta realizzando un gran fine settimana ed è uno dei papabili per la conquista di un podio. Eliminati Gasly, Bottas, Tsunoda, Zhou e Schumacher.

Foto Twitter account Formula 1

La Q3 ha decretato la pole position di Charles Leclerc che nell’ultimo tentativo è riuscito a strappare la prima posizione a Max Verstappen. Terzo posto per Perez che sta proseguendo l’ottimo periodo con la sua Red Bull. Male Sainz che ha concluso solo in nona posizione a causa di un errore nel secondo settore. Quarto Norris con la McLaren e quinto posto per Russell con la Mercedes. Nella parte centrale delle Q3 si è registrato l’incidente di Fernando Alonso a causa di un problema idraulico. A causa di questo incidente il pilota della Alpine partirà in decima posizione (salvo ulteriori problemi). Cancellato di qualche decimo il tempo di Sainz che stava realizzando un gran giro, ma a causa del problema di Alonso tutto è andato perso.

Foto Twitter account Formula 1