• Tempo di Lettura:1Minuto

Il presidente russo Vladimir Putin ha indicato la possibilità di rotte alternative per l’esportazione del grano ucraino, ad esempio attraverso la Romania, la Polonia, la Bielorussia, il Danubio e i porti del Mar d’Azov.

“Non impediamo l’esportazione di grano ucraino, le autorità ucraine hanno minato gli accessi ai loro porti. Nessuno impedisce loro di sminarli e prelevare grano da lì, garantiamo la sicurezza”, ha detto il leader russo in un incontro al Cremlino con il presidente indonesiano Joko Widodo. Tuttavia, ci sono altre possibilità di esportazione, ad esempio attraverso la Romania, il Danubio e il successivo movimento lungo il Mar Nero, attraverso la Polonia, la Bielorussia e attraverso i porti del Mar d’Azov.

Putin ha osservato che su questo tema Mosca è in costante contatto di lavoro con l’organizzazione competente delle Nazioni Unite, che “si è presa la briga di risolvere questi problemi con i rappresentanti dell’UE e degli Stati Uniti”.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it