• Tempo di Lettura:2Minuti

Il 7 Marzo come già ha annunciato nelle ultime settimane, Adam Silver, commissioner della Nba, si disputerà l’All Star Game 2021. Come ben sappiamo c’è molta discussione sulla necessità di disputare questo match ma era quasi scontato che si disputasse, l’Nba perderebbe ancora troppi soldi dopo la perdita del covid. Ecco tutti i roster con rispettivi capitani.

Roster di Est

PG: KYRIE IRVING
G: BRADLEY BEAL
SF: KEVIN DURANT (CAPITANO)
PF: GIANNIS ANTETOKOUNMPO
C: JOEL EMBIID

Roster di Ovest

PG: LUKA DONCIC
G: STEPHEN CURRY
SF: KAWHI LEONARD
PF: LEBRON JAMES (CAPITANO)
C: NIKOLA JOKIC

Il formato di quest’anno

Come l’anno scorso, anche quest’anno il capitano sarà LeBron James ma stavolta contro Kevin Durant. Un’altra cosa che non cambierà rispetto allo scorso anno sarà il format. Eccolo qui come spiega il sito Nba Religion:

  • Le squadre giocheranno per vincere ogni singolo quarto, ognuno dei quali inizierà dal punteggio di 0-0 e durerà i canonici 12 minuti.
  • All’inizio del quarto quarto, il cronometro verrà spento e verrà indicato un “target score” da raggiungere. Il “target score” sarà determinato dalla somma dei punti fatti nei 3 quarti giocati dal team in vantaggio +24, numero che rappresenta Kobe Bryant
  • Dopo che il punteggio finale sarà fissato, le compagini giocheranno senza limiti di tempo nell’ultimo quarto, finché una delle due non raggiungerà il punteggio indicato e vincerà l’All-Star Game NBA

Le parole di Adam Silver

Il commissioner della Nba ha espresso la sua riguardo l’evento di quest’anno in via delle numerose critiche ricevute:

“È un evento globale e stiamo facendo del nostro meglio per assicurare uno spettacolo nella misura in cui possiamo anche durante questa pandemia. L’All-Star Game è solo un’opportunità in più per noi come brand. Aggiungerò che ovviamente ascolto sempre coloro che pensano che questa non sia una buona idea, così come ho fatto nella scorsa annata. Ovviamente c’erano quelli che pensavano che non avremmo dovuto giocare senza tifosi, quelli che pensavano che non avremmo dovuto giocare in una bolla e quelli che pensavano che non avremmo dovuto giocare a causa dei problemi di giustizia sociale nel nostro paese. Devo anche dire che ogni decisione che prendiamo non è senza incertezze e rischi. Ma è mio compito soppesare tutte queste prospettive… e alla fine organizzare l’All-Star Game mi è sembrata la cosa giusta da fare “