• Tempo di Lettura:2Minuti

Non sta andando come ci si aspettava nella capitale Washington DC. I Washington Wizards dopo 4 partite hanno totalizzato zero vittorie e quindi un record di 0-4. L’ultima sconfitta è arrivata proprio stanotte contro i Chicago Bulls, squadra abbordabile, nonostante la tripla doppia di Russell Westbrook da 21 punti, 15 rimbalzi e 11 assist e i 29 punti del solito Bradley Beal. Dopo la sconfitta di questa notte ha parlato ai microfoni Russell Westbrook dicendo la sua sul suo momento: “E’ un momento difficile ma bisogna uscirne, specialmente per me stesso. Odio davvero davvero tanto perdere ed è difficile per me resettare. Ma essendo un leader, non posso esserlo solo quando le cose vanno bene ma soprattutto quando non vanno per il verso giusto”. Per quanto riguarda Bradley Beal, quest’ultimo non ha voluto rilasciare dichiarazioni ai media, il che fa capire il suo stato in questo momento. Ecco una foto che sta girando in queste ore di Russell Westbrook apparentemente frustrato dopo la sconfitta e uno dei suoi Coach che lo motiva:

Russell Westbrook

Cosa manca a questi Wizards?

Qual è quindi il vero problema dei Wizards? Nonostante Russell Westbrook stia viaggiando a una tripla doppia di media di 19.0/13.7/12.7 e Bradley abbia 32 punti di media, le cose non stanno andando per il verso giusto. Washington di sicuro non si aspettava di andare 0-4 e soprattutto non contro avversarie sulla carta battibili come Detroit, Orlando e Chicago. Forse ciò che manca, apparte ovviamente una chimica difensiva che oggettivamente non c’è ancora, è qualcuno che possa portare punti costanti per aiutare Westbrook e Beal, ovvero un terzo violino. Sicuramente qualcuno che può aiutare in questo è Davis Bertans che stanotte ha messo a segno 20 punti. Ci si aspetta di più sicuramente dal rookie Deni Avdija, il quale ha solo 7 punti di media nelle 4 partite. Un problema evidente è sicuramente la panchina costituita dai vari Ish Smith, Raul Neto, Robin Lopez. Insomma a parte Bertans non sembra una panchina all’altezza dei Playoff. Da non dimenticare l’infortunato Rui Hachimura, un pezzo importante dei Wizards che potrà dare una grossa mano a Westbrook e Beal appena farà il suo ritorno, previsto per il 3 gennaio.